Un fine settimana di musica nel segno di Rossini

di 

15 gennaio 2015

Le note del compositore pesarese tornano a scaldare il centro. Musei aperti, esibizioni per vie, un laboratorio “birichino” da fare insieme bambini e genitori

Sarà un fine settimana ricco di musica quello che ci aspetta, un weekend per vivere il centro e scoprire storia e cultura della città.

Sette passi sulla neve

Prima tappa sabato 17 gennaio con “Sette passi sulla neve”, il progetto promosso dal Comune di Pesaro con i commercianti di “Sotto le stelle – Negozi in strada”. A partire dalle ore 16.30, la musica “scalderà” sette luoghi poco “battuti” del centro storico. Questa volta i protagonisti saranno Frida Neri and Friends; la vocalist nata e cresciuta tra le montagne del Molise ma ormai di casa a Pesaro e provincia, sarà accompagnata da sei musicisti che suonano regolarmente con lei: Antonio Nasone alla chitarra 7 corde, Federico Lapa alle percussioni, Fabio Mina al flauto, Marco Tarantelli al contrabbasso, Ilaria Mignoni al violino, Michele Vagnini alla viola. Alle 19.15, il momento finale, emozionante, che li coinvolgerà tutti insieme in piazza Olivieri.

Frida

Frida

Michela Di Ciocco (Frida Neri) nasce a Formia il 29 settembre 1981 e cresce tra le montagne dell’alto Molise. Da qualche anno vive e si esibisce come cantante, chitarrista e cantautrice, nelle Marche in provincia di Pesaro-Urbino. Apprende i primi rudimenti di chitarra a 14 anni, anche se l’interesse per le parole e la musica è decisamente precedente. Durante l’università a Urbino, comincia a esibirsi con gruppi locali dal vivo, nell’ambito di vari progetti di genere diverso: dal reggae al grunge, dal rock femminile anni ’90 al blues, passando per la musica cantautorale italiana fino ai primi passi nel mondo del jazz. Anche le formazioni cambiano: dalle esibizioni chitarra e voce alla classica formazione da quattro (chitarra acustica, chitarra elettrica, basso e batteria), dal duo acustico di due chitarre e voce a quello formato da chitarra e contrabbasso, fino al quartetto di due chitarre, vibrafono e basso acustico. Autodidatta per il canto, da un anno e mezzo studia canto lirico con l’insegnante e cantante d’opera Letizia Sciuto. Da diversi anni si esibisce dal vivo in diversi contesti: dalle piazze (capodanno in piazza Fano, 2010) ai grandi locali (lo storico Velvet di Rimini, 2009), ai piccoli caffè, fino alla musica in strada (Imola in Musica 2008, 2009). Il contatto e lo scambio con il pubblico sono per lei ormai una dimensione quotidiana.

Rossini in Sorsi

Domenica pomeriggio invece sarà ancora ”Rossini In Sorsi”, tanti “assaggi” di qualità per scoprire il mondo rossiniano. Alle ore 16.45, Casa Rossini aspetta bambini e genitori per l’incontro animato “Un’ora di Rossini: o poco più!”.

La madre del compositore – la cantante Anna Guidarini – illustrerà vita e opere del suo celebre figlio, attraverso nuovi racconti e aneddoti curiosi. Si parlerà delle interpreti e protagoniste “birichine” della produzione rossiniana, ma anche delle immagini create dai pittori di tutti i tempi e delle parole dei poeti ispirate dalle donne; insomma, una storia tutta al femminile. Alla fine, un laboratorio a Palazzo Mosca (l’attività è gratuita per i possessori della card Pesaro Cult; info 0721 387357).

Alle 18, con replica alle 19, è il momento della musica dal vivo: l’appuntamento è nella corte di Palazzo Mazzolari Mosca dove Eugenio Della Chiara, giovane interprete pesarese innamorato di Rossini, si esibirà alla chitarra.

Eugenio Della Chiara (Pesaro, 1990) intraprende lo studio della chitarra a 8 anni sotto la guida della professoressa Simona Barzotti. Nel 2002 incontra il Maestro Piero Bonaguri, di cui segue i corsi alla Scuola Grande “San Filippo” di Faenza. Nel 2009 consegue la maturità classica con lode. Nel 2010 si diploma in chitarra con il massimo dei voti e la lode al conservatorio “Gioachino Rossini” di Pesaro, sotto la guida del M° Giuseppe Ficara. Per due volte (2008 e 2010) vince le borse di studio assegnate dalla Fondazione Rossini. Prosegue gli studi umanistici alla Facoltà di Lettere dell’Università Cattolica di Milano, dove nel febbraio 2013 ottiene la laurea di I livello in lettere classiche con una tesi sulla Cenerentola di Rossini (premiata con la lode). È dedicatario di nuove musiche da parte di Davide Anzaghi, Pippo Molino, Paolo Ugoletti, Alessandro Spazzoli, Marco Reghezza e Roberto Tagliamacco. Svolge un’intensa attività concertistica: da segnalare il suo esordio in Giappone – nell’ambito delle celebrazioni per il decennale del Vangi Museum di Mishima – e il concerto nell’ambito del XXXIV Rossini Opera Festival, in cui ha presentato in prima esecuzione nuove composizioni scritte per lui in omaggio all’operista pesarese. Di rilievo anche l’attività discografica: il suo primo disco, “Attraverso i secoli” (2012 per Phoenix Classics), ha ricevuto successo di pubblico e di critica. Il secondo lavoro, uscito per Discantica con il patrocinio del Rossini Opera Festival, è incentrato sulle composizioni in omaggio a Rossini, presentate in prima registrazione assoluta.

“Sette passi sulla neve” e “Rossini In Sorsi” sono progetti promossi da: Comune di Pesaro/Assessorati alla Bellezza e alla Vivacità e “E lucevan le stelle Music”, in collaborazione con Sistema Museo, Cantar Lontano Festival, Amat, Teatro Skené.

info www.pesarocultura.it

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>