Fano, l’Udc: “Ingiustificati 21 mila euro per gli addobbi natalizi. Ecco come vogliamo rilanciare e coordinare le attività economiche cittadine”

di 

17 gennaio 2015

Pierino Cecchi (Segretario UDCFANO) e Carmen Maglio (Vicesegretario UDCFANO)

 

FANO – La crisi purtroppo anche nel 2014, ha soppresso una parte importante del tessuto di imprese del territorio. Tante aziende, soprattutto le piccole hanno chiuso, in particolare sono state n. 113 nel settore Commercio nella nostra Provincia. Mentre i consumi del 2014 in Italia secondo uno studio di Prometeia, sono pari al livello del 1999.

Un calo che anche Fano subisce. L’ente pubblico deve intervenire con politiche di sostegno, coordinamento e promozione del settore del Commercio. Il Comune deve qualificare la spesa pubblica e promuovere al meglio la città, che negli ultimi mesi è ferma, immobile con la Giunta di Sinistra che sembra estranea ai problemi reali della città, troppo impegnata nelle diatribe interne, nelle trame delle prossime elezioni regionali e nella lotta per le poltrone da assegnare.

Le festività natalizie, appena trascorse, potevano essere il momento del rilancio, ma bisognava essere attrattivi rispetto ad una concorrenza di città a noi vicine, Pesaro, Fossombrone, Senigallia o Riccione che si sono bene organizzate ed attrezzate per promuovere e incentivare i propri centri storici e periferici per il settore del commercio-artigianato.

Invece, nel periodo festivo, abbiamo assistito, a tante polemiche, e confermiamo, tutte fondate, per l’alberello ridicolo arrivato tardi e per di più spoglio accompagnato da luminarie dozzinali.

Ma quello che stupisce è l’eccessiva spesa, ben € 21.500,00 per così poco. La vicina Pesaro che ha allestito la città a festa, 4 alberi di natale, i mercatini, le luminarie d’effetto e la consueta e partecipata festa di Candelara ha speso € 18.000,00.

Fossombrone con una spesa di € 17.000,00 è stato il centro più animato da spirito natalizio con la spettacolare nevicata artificiale, molto partecipata. Urbania con la tradizionale Befana con migliaia di visitatori, costo Zero per le casse del Comune .

Insieme con il nostro Capogruppo in Consiglio Comunale, presenteremo nelle prossime settimane una mozione di azioni concrete e fattibili utili a rilanciare il commercio e il centro storico ed inoltre una interrogazione per chiedere alla Giunta il perché di una spesa così eccessiva e poco qualificata per il periodo natalizio.

Una delle proposte che avanzeremo sarà quella di fare un unico assessorato alle attività economiche e produttive e un unico Assessore, riducendo i costi della Politica.

Un unico interlocutore che si occupi del centro storico, Cultura, Turismo, Eventi e Manifestazioni, Attività Economiche e Produttive, Polizia Amministrativa, Sport, che possa quindi rilanciare in un momento di crisi il lavoro e le imprese.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>