Il PesaroFano ricomincia con un’altra vittoria: 4 a 3 al Fassina dopo tanta sofferenza

di 

18 gennaio 2015

“Il Gruppo Fassina attuale non è una squadra da ultima posizione: ci sarà da soffrire moltissimo”: mister Osimani alla vigilia del match era stato chiarissimo. E ci aveva visto lungo. Per fortuna e bravura di suoi però dopo tanta sofferenza sono arrivati altri 3 punti.

E’ di 4 a 3 il punteggio con cui il PesaroFano ha sconfitto il Gruppo Fassina, battezzando così il suo 2015 sportivo con una vittoria. Un successo griffato dalle doppiette di Tonidandel e Ganzetti. E dalle parate nel finale di Diego Moretti. Chi si aspettava dunque una vittoria agevole contro il fanalino di coda avrà capito che il tecnico dei biancorossogranata prima del kick off non bleffava, tutt’altro.

Ganzetti e Tonidandel esultano

Ganzetti e Tonidandel esultano

C’è stato da soffrire parecchio nonostante la gara si fosse messa bene. Dopo appena 1’30” capitan Tonidandel salta un avversario e spara una bomba a incrociare dove De Melo non può arrivare. Lo svantaggio scuote il Gruppo Fassina che al 5′ pareggia i conti con Ortega abile a finalizzare uno schema su rimessa laterale. Il Fassina sfiora il sorpasso colpendo una traversa, a segnare il 2 a 1 è invece il PesaroFano a10’30” grazie ancora a Tonidandel che fa quasi copia-incolla rispetto al gol precedente e gonfia la rete. In questa fase la squadra di Osimani diventa padrona e al 13′ arriva anche il 3 a 1: autore Andrea Ganzetti lesto ad approfittare di un errore difensivo dei trevigiani. Risultato questo con cui si va al riposo.

Nella ripresa dopo 7′ in modalità gestione, di nuovo Ganzetti segna un gran bel gol, girandosi su un avversario e infilando in rete la palla del 4 a 1. Partita chiusa? No, perché il quintetto di Mungo al 15′ trova nel colpo di tacco di Ortega la deviazione che riapre la gara: 4 a 2.

Il PesaroFano si difende ma spende falli. Troppi: a 4′ dalla fine tiro libero per gli ospite calciato da Ayose e palla sil palo. Mungo si gioca il portiere di movimento. Ortega a 75 secondi dal gong accorcia ancora. Il PesaroFano non è brillantissimo, il Fassina si rende due volte molto pericoloso, ma trova sulla sua strada un Diego Moretti molto reattivo che neutralizza un paio di conclusioni e blinda il successo finale.

Tanta tribolazione, ripetiamo, ma anche stavolta 3 punti in cassaforte per il PesaroFano, che regala un’altra gioia ai suoi tifosi, resta al terzo posto e può pensare già alla prossima difficile partita: sabato prossimo rossiniani in visita al Toniolo Milano. Altro esame, altra sfida da affrontare al massimo per continuare a inseguire un sogno ormai chiAro a tutti.

Tabellino ITALSERVICE PESAROFANO-GRUPPO FASSINA 4-3

PESAROFANO: Moretti, Tonidandel, Lamedica, Perisic, Matosevic (Dionisi, Jelavic, Ganzetti, Bonci, Ugolini, D’Angelo, Cuomo). All. Osimani

GRUPPO FASSINA: De Melo, Ayose, Dener, Vinicius, Renoldi (Bastini, Guedes, Zecchinello, Ortega). All. Mungo

RETI: pt 1’30” Tonidandel, 5’16” Ortega, 10’30” Tonidandel, 13’01” Ganzetti; st 7’15” Ganzetti, 14’56” Ortega, 18’46” Ortega.

ARBITRI: Loria di Roma, Nero di Latina; Stelluti di Ancona.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>