Rugby, Pesaro si sgranocchia Civitavecchia e comanda la classifica

di 

18 gennaio 2015

PESARO – Subito una vittoria per la Pesaro Rugby nella prima giornata del girone promozione. Un 34-17 sul Civitavecchia Centumcellae che proietta la squadra giallorossa in testa alla classifica al fianco di Noceto e Livorno. Una gara che chiarisce da subito che Pesaro se la potrà giocare alla pari con tutte le avversarie, facendo leva sui suoi punti di forza. E’ ciò che ha fatto contro il Civitavecchia. Ha sofferto in mischia e touche, anche per merito della squadra avversaria, ma i giallorossi sono venuti fuori alla distanza grazie alla grande continuità di gioco e alla voglia di giocare il più possibile alla mano, mettendo spesso e volentieri in difficoltà i trequarti avversari. Una partita che ha messo in luce la grande capacità dei giallorossi di stare attaccati alla partita, la voglia di non cedere un metro pur in sofferenza, come successo nel primo tempo terminato sotto per 7-6. Il Civitavecchia fa la voce grossa con il reparto degli avanti e va in meta con la maul, ma Pesaro rimane aggrappata grazie a due piazzati di Marco Martinelli. Non appena poi Pesaro riesce a dare ritmo al suo gioco ecco che i giallorossi sanno far male. E’ quel che accade nel secondo tempo.

Marco Martinelli palla in mano

Marco Martinelli palla in mano

La mischia si mette al servizio dei trequarti, brava nella pulizia delle ruck per dare respiro al gioco e non a caso nascono così le prime due mete. Al 16’ è Ulissi a premiare il loro lavoro bucando la difesa avversaria ben servito da Mattia Martinelli e dieci minuti dopo è Gai a schiacciare in meta dopo che la mischia aveva assorbito la difesa sulla sinistra. Una mischia che però si sente perfettamente a suo agio anche nel gioco alla mano e la sintesi perfetta è la terza meta al 27’ del secondo tempo, con l’intera squadra coinvolta in un’azione alla mano dalla propria età campo con Mattia Martinelli a schiacciare in meta. Se poi il Civitavecchia si riavvicina ecco grazie a una sacrosanta meta tecnica per il crollo della mischia pesarese, ecco che i giallorossi non si abbattono e allo scadere trovano la meta con l’ultimo arrivato Maccan che è il più lesto a schiacciare in meta un pallone vagante nell’area a seguito di una touche sui cinque metri. Un successo ancor più importante alla luce delle non poche defezioni dei pesaresi perfettamente sostituiti da chi in stagione aveva trovato meno spazio.

Pesaro – Civitavecchia Centumcellae 34-17
Pesaro: Martinelli Marco (Danieli), Panzieri, Gai, Ulissi (Jelic), Longhi, Martinelli Mattia, Ballarini, Scavone, Giunti, Angeli, Jaouhari, Battisti, Galdelli (Luca Martinelli), Maccan, Santini (Badiali) All. Caio Martinelli A disp: Minardi, Borelli, Andreis
Civitavecchia: Vergari, Rodriguez, Trivellone, Coppeto, Marcelini, Vessallo, Crinò, Frezza, Onofri, Santelli, Flammini, Manuelli, Rossi, Orchi, Oraboni all. Tronco A disp. Fabiani, Giordano, Gargiullo, Fraticelli, Missimei
Arb. Imbriaco, guardalinee Gatta, Caprini
Marcature: 15’ cp Marco Martinelli, 19’ m. Frezza tr. Vassallo, 24’ cp Marco Martinelli, 2t 16’ m. Ulissi tr. Marco Martinelli, 24’ m Gai tr. Marco Martinelli, 27’ m. Mattia Martinelli tr. Marco Martinelli, 40’ m. Maccan tr. Mattia Martinelli

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>