Volley Pesaro: realizzato il 12, si pensa già al 13. Bertini contento di Spadoni, entusiasta dello straordinario contributo di Sestini

di 

18 gennaio 2015

PESARO – Le quote del Totocalcio, una volta il gioco preferito dai scommettitori, oggi soppiantato da altre scommesse, erano quasi sempre basse per il 12, che invece al Volley Pesaro ha fruttato… 35… punti, ovvero il primato solitario in classifica, con 6 punti di vantaggio sull’immediata inseguitrice, la Gecom Security Perugia.

Eppure vincere dodici partite consecutive non è stato facile…

Sofia Spadoni dopo una grande giocata, Bertini esulta

Sofia Spadoni dopo una grande giocata, Bertini esulta

“Sì – conferma Matteo Bertini, allenatore della squadra che sta onorando lo sport pesarese -, come si è visto anche a Trevi, in un inizio che ci ha riservato qualche insidia. A loro sono riusciti un paio di colpi, noi abbiamo commesso qualche errore e la Lucky Wind ha cercato di giocarsela punto a punto. Le ragazze sono state bravissime, soprattutto in battuta, a scrollarsi di dosso le avversarie. Una chiave è stato il servizio, che ha messo in difficoltà la loro ricezione, rendendoci la vita più facile”.

Battuta, ma anche muro e difesa.
“Sono fondamentali che facciamo bene. Con Trevi abbiamo fatto qualche muro punto in più, mentre si è concesso qualcosa di troppo sui contrattacchi, dove non siamo stati precisi, commettendo errori diretti, tra l’altro in serie. Ed io avevo chiesto di evitare proprio questo. Una volta risolto questo problema, la partita è filata via liscia”.

A confermare la manifesta superiorità, i numeri della gara: un solo vantaggio – l’1 a 0 del terzo set – per le ragazze umbre. Lei ha utilizzato un solo time-out discrezionale, quando – nel 2° set – dal 20-14 si è passati al 20-17. Trevi aveva preparato la partita sulle vostre bande, per opporsi a Mezzasoma e Babbi, voi l’avete punita dal centro, con Isabella Di Iulio, brava come sempre, a liberare Spadoni e Sestini.
“Bisogna sapere leggere bene le partite. Visto che loro andavano sempre sulle laterali, Isabella ha preferito giocare di più al centro. Ciò conferma che quando le avversarie si preparano in un modo, noi siamo brave a cambiare. Poi è vero che il tasso tecnico delle due squadre è differente, che loro sono state assemblate per cercare di salvarsi, facendo il meglio possibile, e noi per provare a vincere il campionato. I valori sono questi e si sono visti. E’ vero, però, che se ti presenti a Trevi con l’atteggiamento sbagliato, rischi di fare la fine di Bologna, arrivata in Umbria troppo morbida, tanto da lasciare i 3 punti alla Lucky Wind”.

Si poteva ipotizzare qualche difficoltà in più, visti i guai degli ultimi giorni, anzi delle ultime ore…
“Francesca Babbi non ha dormito mai nella notte che ha preceduto la trasferta, accusando problemi di stomaco. Diletta Sestini ha accusato un torcicollo che le ha impedito di allenarsi giovedì e non è in perfette condizioni…”.

Diletta Sestini e Matteo Bertini

Diletta Sestini e Matteo Bertini

Però, a dispetto del torcicollo, l’abbiamo vista lavorare con grande intensità venerdì sera e giocare bene contro Trevi.
“Prima di risponderle – spiega Bertini – ricordo che Bellucci era reduce dall’influenza, ma ha recuperato bene, e non ho utilizzato Valentina Salvia, che pure non ha più problemi, preferendole Sofia Spadoni che sta facendo molto bene e io sono contentissimo di lei e per lei, una giovane che scende sempre in campo in maniera giusta. E’ un aspetto che mi preme sottolineare: queste sono partite in cui è fondamentale l’atteggiamento mentale. La nostra squadra ha fame di vittorie, vuole vincere sempre. Si è visto anche a Trevi. Per quanto riguarda Diletta, è una grandissima giocatrice. Con Trevi ha fatto 4 muri, risultando praticamente invalicabile. A mio parere può migliorare ancora in attacco, dove stiamo lavorando perché aumenti ogni giorno di più la confidenza tra lei e Isabella. Durante le festività natalizie abbiamo cambiato qualcosa e credo che il lavoro si sia visto. Lei dà tutto in tutti i fondamentali, è fantastica. Con Trevi è stata straordinaria in battuta, aiutandoci a vincere un set. E alla fine, quando ho tolto Di Iulio, ha alzato un paio di palloni molto belli, che non abbiamo capitalizzato, ma confermano che Sestini è sempre presente. E aggiungo – a suo ulteriore merito – che non s’accontenta mai, che vuole fare sempre di più, e dobbiamo aiutarla a farlo”.

Infatti fa un lavoro enorme che voi tecnici sapete, ma non si vede nelle statistiche. Tocca un’enormità di palloni attaccati dalle avversarie, consentendo una ricostruzione più agevole.
“Ribadisco: è una grandissima giocatrice. Sono contento quando fa belle prestazioni, perché lei soffre se non riesce a esprimersi come vorrebbe, ma Diletta è fondamentale per le nostre fortune, in tutti i fondamentali, dalla battuta al muro, dall’attacco alla difesa, all’alzata di contrattacco. Una giocatrice straordinaria che dobbiamo mettere in grado di realizzare qualche punto in più, per sua soddisfazione personale. Fermo restando che io sono molto soddisfatto delle sue prestazioni”.

Torniamo al Totocalcio: con il dovuto rispetto per il Proger Volley Friends Roma, vostro prossimo avversario, domenica 25 gennaio, al PalaCampanara, dovete fare… 13!
“Inizieremo a pensarci da martedì, ma il nostro moto è “Pensiamo una partita alla volta”. Sta funzionando. Credo che ci attenda un impegno alla nostra portata, anche se – come le altre partite – nasconde qualche insidia, perché contro il Volley Pesaro giocano tutte alla morte, avendo niente da perdere”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>