Ninel Donini (IdV): “Ai marchigiani non interessa il totonome, bensì le liste d’attesa negli ospedali”

di 

20 gennaio 2015

Ninel Donini (IDV Marche)

Ninel Donini (IDV Marche)

ANCONA – “Servono proposte programmatiche ed un progetto politico credibile. Non possiamo ridurre il dibattito ad un semplice ‘totonome’. Dobbiamo affrontare i problemi dei marchigiani. Questo è il compito della politica, specie per una coalizione di centrosinistra”. Lo afferma Ninel Donini, candidata alle primarie dell’Italia dei Valori, la quale sottolinea: “Il nostro partito ha iniziato un percorso che entro la fine del mese ci porterà alla definizione del programma da confrontare con le altre forze in campo. In questo fine settimana è in agenda la prima riunione del gruppo incaricato a lavorare sul programma. Tempo a disposizione ne abbiamo e credo sia opportuno spenderlo su temi concreti”.

“Ho la certezza che alla gente interessi di più non aspettare mesi, se non anni, una visita medica prenotata attraverso il Cup – prosegue la Donini – Veder nascere gli ospedali esistenti solo sulla carta, oltre  a non mandare in rovina gli ospedali già esistenti di tutte le dimensioni. Attuare una seria politica di difesa del territorio, visto che da Pesaro ad Ascoli non c’è zona che sia stata risparmiata da eventi calamitosi. Senza dimenticare l’emergenza legata all’economia. Italia dei Valori sta lavorando ad un programma di risposte mirate alle piccole aziende, vera spina dorsale della nostra economia. Ecco perché anche gli attacchi personali ricevuti da Cencetti di Marche2020 lasciano il tempo che trovano”.

Su questo punto interviene il segretario regionale dell’Italia dei Valori, Ennio Coltrinari: “Spacca un ragazzino al cospetto della Donini? Il confronto, forse dovuto alla giovane età di Cencetti, non regge proprio. La vera questione non è l’età anagrafica, ma gli anni che il presidente uscente ha trascorso ininterrottamente in Regione. Sono 25 contro i 5 della Donini. Credo proprio sia arrivato il momento per Spacca di chiudere la sua carriera a Palazzo Raffaello”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>