Cartelle esattoriali troppo pesanti? A Porta a Porta il caso di 2 aziende pesaresi

di 

21 gennaio 2015

Bruno Vespa a Porta a Porta

Bruno Vespa a Porta a Porta

PESARO – Le imprese e il fisco. E’ questo il tema della prossima puntata di Porta a Porta. Nel programma condotto Bruno Vespa, in onda domani sera (o dopodomani a seconda delle vicende relative all’attualità politica), la testimonianza di due imprese della provincia di Pesaro e Urbino associate alla CNA che hanno avuto problemi con lo Stato per via di pesanti cartelle esattoriali, scadenze e che, a causa di queste e di mancati pagamenti, hanno subìto pesanti ripercussioni sulla propria attività.

Una troupe del programma di RaiUno ha raccolto le testimonianza di due imprese (una di Fano nel settore dell’edilizia e l’altra di Pesaro nel settore dell’autotrasporto), che a vario titolo hanno avuto vicissitudini con il Fisco italiano. I casi delle imprese pesaresi, del tutto simili a quelli di tante altre imprese italiane, raccontano di un sistema perverso di tassazione che pretende eguali pagamenti anche a fronte di mancati introiti e guadagni da parte delle aziende.

“Molto spesso le cartelle delle Agenzie delle entrate e di Equitalia – dice Moreno Bordoni, segretario provinciale della CNA – arrivano puntuali anche a quelle attività che magari hanno lavorato per una amministrazione pubblica e che magari da queste non hanno ancora riscosso le cifre dovute; nemmeno nei 60 giorni previsti per legge. Purtroppo non si tratta di casi eclatanti ma di episodi con i quali gli imprenditori convivono ormai da anni. Casi di tassazione aggravati da inasprimenti sanzionatori che in qualche caso hanno costretto molte imprese a licenziare dei dipendenti o, peggio, a chiudere l’attività. Casi che continuiamo a denunciare e sui quali chiediamo che si faccia qualcosa”.

E proprio su questo argomento che la puntata del programma di Vespa cercherà di approfondire la discussione.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>