Matrimonio Gay, i parlamentari di Sel tornano a chiedere ad Alfano il ritiro della circolare

di 

21 gennaio 2015

FANO – “La circolare del 7 ottobre 2014 del ministero dell’Interno, che chiedeva ai prefetti di attivarsi per la cancellazione della trascrizione dei matrimoni contratti all’estero tra persone dello stesso, è illegittima”. Lo afferma l’On. Lara Ricciatti, che insieme al gruppo parlamentare di Sel, è tornata a chiederne il ritiro.

I parlamentari di Sel avevano già mosso una richiesta dello stesso tenore al ministro Alfano, con una interpellanza urgente, subito dopo l’emanazione della stessa circolare, che il ministro tuttavia respingeva con argomentazioni generiche.
Nel frattempo si sono succeduti autorevoli pareri che mostrano come sul piano giuridico la circolare sia tutt’altro che fondata.
La Procura della Repubblica di Udine, ad esempio, che a seguito di un esposto che chiedeva di valutare se la cancellazione della trascrizione da parte del prefetto della provincia integrasse ipotesi di reato, pur non ravvisando gli estremi di un reato precisava come “la cancellazione di un matrimonio trascritto non può essere disposta da un’autorità amministrativa – che sia il ministro, il prefetto o lo stesso sindaco -, ma solo dall’autorità giudiziaria, alla quale la legge affida la relativa competenza”, in base al Regolamento di stato civile.

“Questo intervento non risolve ovviamente il problema di fondo: quello della mancanza di una norma che disciplini le unioni dello stesso sesso, ma è necessario ribattere colpo su colpo – spiega Ricciatti – affinché il tema resti vivo, non solo per i diretti interessati ma per tutti coloro che voglio vivere in un Paese con degli standard di civiltà europei”.

“Fano, con la trascrizione del matrimonio tra Fausto Schermi ed Elwin Van Dijk, ha avuto un ruolo pionieristico su questo tema e, sebbene il caso specifico abbia avuto l’epilogo che tutti conosciamo – ricorda Ricciatti -, è stato un momento fondamentale per rilanciare con forza il tema del riconoscimento delle coppie dello stesso sesso nel nostro Paese. Oggi siamo molto più forti e abbiamo scoperto con sorpresa di avere dalla nostra parte i tanti sindaci che si sono fatti tutori dei diritti dei propri concittadini”.

2 Commenti to “Matrimonio Gay, i parlamentari di Sel tornano a chiedere ad Alfano il ritiro della circolare”

  1. Laerte scrive:

    Il matrimonio è tra un uomo e una donna.
    Se poi due maschietti o due femminucce stanno insieme anche loro devono godere dei diritti
    che ha una coppia formata da un uomo e una donna.
    Io la vedo così poi posso pure sbagliare, ma la vedo così

  2. Laerte scrive:

    Forse è per questo che non ho mai votato Sel e in futuro sicuramente non lo farò

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>