Fano, bilancio per le attività natalizie: la Proloco e le associazioni spiegano spese e contributi punto per punto

di 

23 gennaio 2015

FANO – Dopo le polemiche dei scorsi giorni, sollevate dall’opposizione, ecco il Bilancio delle Manifestazioni Natalizie realizzate dal comitato che vede come Capofila la Proloco di Fano e le Associazioni Confcommercio, Confesercenti, Comitato Apriamo il Centro, Alberghi Consorziati. “Tale comunicato – si legge – si rende necessario per fare trasparenza sulle spese affrontate per la realizzazione di eventi e addobbi natalizi avendo utilizzato economie provenienti in parte da contributo pubblico comunale ed in parte dal contributo dei commercianti che si sono resi disponibili al versamento della quota prevista. Qui di seguito la tabella riguardante le spese:

Tabella

Tabella

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

“Dato delucidazioni sulla parte economica – si legge nel comunicato, firmato dal presidente della Proloco di Fano Etienn Lucarelli – va fatta chiarezza su alcune cifre che in questi ultimi giorni si sono lette sui media locali e asserenti l’esagerata spesa che Fano ha affrontato rispetto le città limitrofe. Presa in esame Pesaro, ad esempio, reperendo informazioni dalle apposite delibere comunali, si può verificare che la quota di Contributi pubblici investita è di € 40.000,00, quella dei commercianti € 90,00 a negozio, e ciò non comprende affatto gli investimenti fatti da Proloco Candelara per la manifestazione delle Candele con cui abbiamo attivamente collaborato. A questo andrebbe aggiunto il fatto che Pesaro ha dipendenti comunali operativi il cui costo non è stato considerato nel conto effettuato. Totalmente errata è quindi la cifra di 18.000 euro evidenziata i giorni scorsi”.

“Considerando ciò, e considerando quindi una errata informazione con la quale alcune forze politiche cittadine si sono espresse – si legge nel comunicato valutato e sottoscritto anche da CONFCOMMERCIO – CONFESERCENTI – COMITATO APRIAMO IL CENTRO – ALBERGHI CONSORZIATI FANO –  non consideriamo di dover prendere in esame altre città o qualsiasi altra informazione da questi pervenuta, anzi chiederemo, in quanto cittadini che prestano attivamente la propria opera di volontariato a favore della collettività, una maggior attenzione nell’esporre fatti che non fanno altro che alimentare confusione e malcontento derivato da errata informazione. Cogliamo l’occasione per ricordare a tutte le forze politiche della città, che soprattutto oggi, in un grande stato di crisi generale, occorre essere laboriosi e trasparenti nei fatti ed attenti e precisi nelle parole: questi due fattori sono ormai indispensabili per rendere un servizio chiaro e per dare tranquillità alla propria città”.

La piazza di Fano durante le festività natalizie

La piazza di Fano durante le festività natalizie

“Quest’anno – si legge nel comunicato – effettivamente ci è toccato un albero misero e “bruttarello”, criticato da diversi, figlio di nostre errate valutazioni ed anche di una scarsa collaborazione tra chi ha lasciato e chi è subentrato alla guida della città (7 giorni per trovarlo ed installarlo), ma alla fine con grande sforzo ed impegno abbiamo ottenuto una illuminazione del centro più che discreta, delle ottime collaborazioni col territorio e degli eventi come il mercatino, l’ultimo dell’anno e la Befana che hanno sicuramente attratto l’attenzione positiva di molti. Tra tutto ciò, però, la cosa certamente più interessante ci sembra il progetto di voler aggregare le forze commerciali ed associative per poter incentivare un progetto che ha l’ambizione di crescere di anno in anno e di poter finalmente dare una identità alla nostra città anche nel periodo Natalizio. Già da quest’anno alcuni dati ci confortano: i rapporti con le proloco locali (per ora Candelara e Mombaroccio) hanno portato diversi gruppi in città e sarà stimolante, per i prossimi anni fare in modo che questi possano soffermarsi di più nella città della Fortuna. Un dato su tutti ce lo fornisce Don Marco Polverari responsabile del presepe di San Marco, inserito nel programma del Natale: “I conta persone installati per la sicurezza hanno evidenziato la presenza di 1.000 turisti, arrivati grazie a collaborazioni con il territorio, tra il 28 Novembre e l’8 Dicembre. All’Epifania il conta persone è arrivato a segnare 10.000 unità, molte delle quali provenienti da località vicine a Fano”. Un ringraziamento va rivolto ai commercianti che hanno appoggiato il progetto, alle loro associazioni, agli Albergatori , ai volontari che vi hanno lavorato, al comitato tutto e ci impegneremo già da questi primi mesi a valutare, insieme a chi vorrà esporle, le diverse criticità riscontrate in questo 2014/2015 per presentare un progetto in crescita per l’anno prossimo”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>