Nuova Consultinvest è… Lorant di cambiare. Contro Brindisi occhi puntati sull’ungherese, Wright e Paolini

di 

23 gennaio 2015

PESARO – Era una Consultinvest reduce da un buon precampionato quella che si era presentata il 12 ottobre scorso sul parquet di Brindisi per iniziare la sua nuova avventura nel campionato di serie A, contenta di avere un playmaker veloce con qualche punto nelle mani, felice della sua coppia di lunghi americani, quasi un lusso dopo la stagione precedente nella quale Anosike non poteva uscire dal parquet neanche per soffiarsi il naso, fiduciosa nella crescita di coach Dell’Agnello, al suo secondo anno sulla panchina biancorossa e con quel pizzico in più d’esperienza da trasmettere ad un gruppo molto giovane, ma pronto a farsi valere e pronto a scommettere sulla crescita di giovani italiani come Raspino e Crow, poi è arrivato il match di Brindisi perso per 92 a 56 e i tifosi pesaresi hanno cominciato ad intuire che anche la stagione 2014-15 sarebbe stata difficile e complicata come e forse più di quella precedente.

pesaro_cantu000 copia Vuelle

Tifosi eloquenti

Ma cosa è rimasto di quella Consultinvest? Il playmaker trascinatore e veloce è rimasto negli Stati Uniti, mentre da noi è arrivata la versione titubante e timorosa di commettere qualche errore di troppo, senza nessuna leadership e nessuna possibilità di migliorare in tempi brevi, così la Vuelle ha salutato Kendall Williams e ha ingaggiato un vero play, sperando che Chris Wright si confermi ai livelli di Villeurbanne, anche la coppia di lunghi americani si è rivelata un mezzo flop (forse tre quarti) e non potendo tagliarli entrambi si è deciso di privarsi di quello più indisponente dei due, spedendo Reddic a Bologna e affiancando a Wally Judge un onesto mestierante del parquet come l’ungherese Lorant, infine l’allenatore non è riuscito nel suo percorso di crescita, ricadendo in vecchi errori tattici e tecnici, con l’aggravante di aver perso anche il controllo emotivo del gruppo e della tifoseria e, come logica conseguenza di un rapporto che si stava incrinando pericolosamente, è arrivato l’esonero di Dell’Agnello con la promozione a sorpresa di Riccardo Paolini, coach degli under 19, a capo allenatore, allungando la lista di pesaresi doc alla guida dell’amata Victoria Libertas.

Sarà così una Consultinvest completamente rinnovata quella che si presenterà domenica pomeriggio davanti ai propri tifosi, contro un Enel Brindisi che ha confermato di essere una buona squadra, pur con degli alti e bassi che le hanno impedito di puntare ai quartieri altissimi della classifica, in un girone di ritorno complicato, nel quale la Vuelle ospiterà praticamente le migliori del lotto (Avellino, Reggio Emilia, Sassari, Milano, Cremona e Pistoia), ovvero sette delle prime nove, con l’eccezione dell’ultima partita dove Pesaro ospiterà Caserta in un match che potrebbe rivelarsi decisivo, il rovescio della medaglia è che nelle sette trasferte che l’aspettano, la Consultinvest andrà a far visita a formazioni di seconda fascia (Varese, Roma, Capo D’Orlando, Bologna e Cantù), con l’eccezione di Venezia e Trento, calendario non proprio semplicissimo da affrontare, considerando che per vincere in casa contro le big la Vuelle dovrà dar fondo a tutte le sue risorse e che in trasferta Pesaro finora ha mostrato il suo lato peggiore, rimediando ventelli e trentelli quasi ovunque, inutile in questo momento fare tabelle o pronostici, anche perché molto dipenderà dall’andamento di Caserta che con l’ingaggio dell’ex senese Domercant ha esaurito tutte le mosse di mercato a sua disposizione, raggiungendo il limite massimo di 16 tesseramenti stagionali, allestendo una formazione di tutto rispetto in grado probabilmente di vincere almeno sette o otto delle prossime partite, fino al 10 maggio i tifosi pesaresi cercheranno sempre con lo sguardo, il risultato della Pasta Reggia sul proprio computer, anche se sperano che questa nuova versione della Consultinvest gli dia più soddisfazioni di quella precedente.

LA PARTITA DELLA SETTIMANA:

CONSULTINVEST PESARO (6 PUNTI) – ENEL BRINDISI (18 PUNTI)

Domenica 25 gennaio – ore 18.15 – Adriatic Arena di Pesaro

Risultato dell’andata: Enel-Consultinvest: 92-56

L’AVVERSARIA DELLA SETTIMANA:

Costruita per affrontare il doppio impegno di campionato ed Eurochallenge questa Enel Brindisi, con sette stranieri di buon livello e tre italiani che tengono tranquillamente il campo come Bulleri, Zerini e Cournooh, il leader brindisino è sicuramente il play Jacob Pullen, arrivato a novembre, ma che non ha avuto nessun problema a prendere in mano le redini del gioco in un reparto esterni che può contare anche sull’americano Marcus Denmon, guardia con tanti punti nelle mani con qualche problema nella selezione dei tiri e naturalmente sull’ex biancorosso Elston Turner, lontano dai fasti della scorsa stagione, ma sempre un ottimo finalizzatore. Delroy James e James Mays formano una coppia di lunghi ben assortita, carente forse in centimetri, ma dal grande atletismo e una buona capacità di andare a rimbalzo (16 di media per la coppia).

Dalla panchina coach Piero Bucchi può contare su due registi italiani molto differenti tra loro come il veterano Bulleri e l’ex senese Cournooh, mentre Demonte Harper non sta convincendo pienamente e viene poco utilizzato in una rotazione dove trovano ampio spazio l’italiano Zerini e il nigeriano Eric, lunghi fisici e di grande stazza, molto utili nelle difese particolari che coach Bucchi ama preparare per confondere gli avversari.

IL DUELLO CHIAVE:

Chris Wright vs Jacob Pullen:

Non sarà un esordio semplice per Wright che si troverà davanti uno dei play più complicati da marcare, perché Pullen è in grado di sparare triple da sette metri e, l’azione successiva, di attaccare il ferro con stessa facilità, Chris dovrà essere bravo in fase offensiva con le sue qualità tecniche e qualche accelerazione per caricarlo di falli.

IL MOMENTO DELLA SQUADRA

Sono stati quindici giorni intensi quelli appena trascorsi per la Consultinvest e, chi avuto l’occasione di seguire dal vivo gli allenamenti della Vuelle, si sarà accorto di come il nuovo allenatore pesarese abbia cercato di cambiare qualche meccanismo negli schemi del precedente coach, senza stravolgere completamente il lavoro fatto in precedenza, ma variando qualche piccolo particolare, come un blocco portato correttamente o un pick and roll eseguito come il manuale comanda e non solamente “fintato” come in precedenza, un occhio di riguardo soprattutto sulla fase difensiva, sottolineando l’importanza di uno scivolamento in più per evitare quei cambi sistematici che spesso creano più confusione che benefici, si respirava insomma un’aria diversa nella palestra di Baia Flaminia, con Wright che, da vero playmaker, monitorava la posizione dei compagni per servirli coi tempi giusti. Lunedì è arrivato anche Lorant e l’ungherese si è subito inserito nel gruppo, mostrando quell’intelligenza tattica già vista ai tempi di Roma, anche se Peter è un “quattro” diverso da Reddic che preferiva avvicinarsi al ferro con movimenti spalle a canestro, mentre Lorant predilige partecipare attivamente all’azione, toccando spesso il pallone e cercando di liberarsi negli angoli per ricevere la palla e scoccare il suo buon tiro dalla media, senza disdegnare anche la soluzione frontale dalla linea dei 6.75, ed è rimasto nel gruppo anche Kendall Williams, non ancora tagliato ufficialmente dalla Vuelle e ancora schierabile in caso di necessità, anche se per lui si sta cercando una sistemazione in Legadue, ma in caso di qualche problema fisico di uno dei cinque stranieri, la Consultinvest potrebbe comunque inserirlo nei dieci, con una semplice comunicazione alla terna arbitrale un’ora prima del match.

E’ tornato in città anche Stefano Cioppi, dopo una settimana passata negli States per osservare più di 200 giocatori che partecipavano allo “show case” della D-League e il Ds biancorosso si è appuntato una decina di nomi che verranno utili a giugno, segnale positivo pensando al futuro della Consultinvest che sembra intenzionata a porre le basi per la stagione ventura fin da ora, come dimostra l’opzione per il 2015-16 proposta a Lorant, piccoli particolari che attestano la volontà della dirigenza biancorossa di continuare nel loro lavoro e di non farsi trovare completamente impreparati la prossima estate, ma prima di pensare al futuro c’è una salvezza da conquistare sul campo e non sarà un’impresa semplice.

LA SEDICESIMA GIORNATA IN PILLOLE:

Niente anticipi in questo primo turno del girone di ritorno con gazzetta.it che ha scelto di trasmettere in streaming domenica alle 16.30 la capolista Milano che ospiterà la Vanoli Cremona, mentre il match clou della giornata andrà in scena alle 20.30 tra Reggio Emilia e Trento, nel pomeriggio un occhio di riguardo a Caserta che ospiterà Roma in un match che potrebbe portargli la seconda vittoria consecutiva, mentre Sassari proverà ad espugnare un campo come quello complicato della Granarolo Bologna con l’altra big Venezia che riceverà al Talercio la Sidigas Avellino, Pistoia e Capo D’Orlando si affronteranno speranzose di agganciare il treno dei playoff, in un turno che si concluderà lunedì sera con il derby tra Cantù e Varese:

I PROSSIMI TURNI DELLA CONSULTINVEST:

Domenica 1 febbraio – ore 18.15: OpenJobMetis Varese – Consultinvest Pesaro

Domenica 8 febbraio – ore 20.30: Consultinvest Pesaro – Sidigas Avellino

Domenica 15 febbraio – ore 18.15: Consultinvest Pesaro – Grissin Bon Reggio Emilia

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>