Delle Noci dopo l’incontro a palazzo Gradari: “Anche i sindacati benedicono l’Unione”

di 

24 gennaio 2015

Antonello Delle Noci

Antonello Delle Noci

PESARO – Unione dei Comuni e sindacati uniti contro la crisi, per una maggiore efficienza. E’ quanto scaturito dall’incontro di ieri pomeriggio a palazzo Gradari e che ha visto protagonisti i quattro sindaci dell’Unione (Pesaro, Gradara, Gabicce e Mombaroccio), le tre sigle dei sindacati confederali (Simona Ricci, Laura Biagiotti e Francesco Todaro), i rappresentanti territoriali, oltre a una rappresentanza del corpo della Polizia municipale.

A rappresentare il Comune di Pesaro, l’assessore alla Gestione Antonello Delle Noci, che traccia un bilancio dell’incontro: “Dopo un ampio confronto, le tre sigle sindacali  hanno espresso la massima condivisione sulla costituzione dell’Unione. Anzi, l’auspicio è che possa ampliarsi e coinvolgere gli altri quattro Comuni dell’Unione Pian del Bruscolo affinché l’ambito ottimale possa portare in futuro maggiori ed ulteriori efficienze”.

Chiariti i dubbi

“Le giuste apprensioni mostrate dai sindacati – continua Delle Noci – sono state tutte chiarite attraverso la lettura degli articoli dello Statuto che prossimamente verrà approvato dalle giunte e dai Consigli comunali dei quattro Comuni. Pertanto l’incontro è servito a sgomberare il campo da quei dubbi che giustamente i dipendenti oggi possono avere, poiché sono state confermate tutte le garanzie per le quali i dipendenti avevano espresso dubbi durante le assemblee”.

Percorso di approfondimento

“Naturalmente, così come concordato, seguirà un percorso di approfondimento con le Rsu, poiché i servizi che verranno trasferiti saranno oggetto di successive delibere di approvazione e approfondimento con i dipendenti e i sindacati interni. Con grande soddisfazione, infine, i sindaci hanno ulteriormente apprezzato che le tre le sigle sindacali abbiano anticipato che a livello regionale hanno firmato un documento che va proprio nella direzione di accorpare i Comuni in unioni e ciò nella stessa ottica che ha spinto i quattro Comuni ad unirsi, vale a dire per una maggiore efficienza nei confronti dei cittadini”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>