Gorgonzola amaro per la Zeta System: Novara batte Urbino 3-0

di 

24 gennaio 2015

ZETA SYSTEM URBINO – IGOR GORGONZOLA NOVARA 0-3
ZETA SYSTEM URBINO: Santini 12, Leggs 2,Spelman 7,Lestini 11,  Walker 5Agostinetto 2   Bruno (L) , Vujko 1,    Fresco 1  Giacomel  n.e.:  Zecchin. All. De Brandt
IGOR GORGONZOLA NOVARAGuiggi 11,  Signorile 3, Hill 14, Chirichella  6, Barun 13, Partenio 14 , Sansonna (L),  Bonifacio ,  Alberti ,   Klineman  N.e.:   Kim  Zanette. All. Pedullà
ARBITRI: Puletti  e Valeriani
PARZIALI: 20-25, 17-25, 20-25
NOTE: Spettatori  843 circa. Incasso 1144 Durata set: 26’, 24’, 34’  tot. 74’. Zeta System Urbino: battute sbagliate 8, vincenti 1, muri 5, 2ª linea 4, errori 12  Igor Novara: b.s. 7 b.v. 4 muri  9  2ª linea 14,  e. 15

URBINO – Sconfitta combattuta per la Zeta System in un incontro che ha messo in evidenza la superiorità delle ospiti di tutto rispetto. Le aquile ducali di Jan De Brandt sono scese in campo cercando di affrontare delle giocatrici e non delle campionesse dello spessore, che invece hanno dimostrato nel corso dell’incontro. Alice Santini è stato il vero capitano che ha saputo tenere il morale in campo, nonostante il valore dell’Igor sia andato in crescendo. Il primo set ha messo in evidenza la velocità del gioco, da entrambe le parti, Agostinetto ha cercato ripetutamente Spelman, la quale non è riuscita ad essere incisiva come nel recente passato. La differenza si è vista di misura, così Hill è riuscita, con Barun, ad andare al cambio di campo in vantaggio. Il secondo parziale vede le Aquile Ducali cercare di tenere testa alle quotate ospiti, che in breve sono riuscite a lasciare in dietro le padrone di casa. In breve il vantaggio della Igor aumenta, Signorile gestisce al meglio le proprie attaccanti, condotte da un’implacabile Hill, seguita dalla ex Partenio. Il secondo parziale incede a vantaggio delle ospiti.

Il cambio di campo, a formazioni invariate, vede Lestini e Spelman cercare di imporre i propri attacchi, ma questa sera  manca il servizio e la puntualità a muro. Santini ammette che la forza dell’Igor è difficile da arginare, è venuta a mancare un po’ di concentrazione di cui, naturalmente le ragazze di Pedullà hanno approfittato chiudendo a punteggio pieno l’incontro al Palamondolce.

M. Novella Ferri

LE FOTO DI ANDREA CECCARINI

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>