Pesaro Rugby vince a Cesena e resta in vetta da sola

di 

25 gennaio 2015

Gai, autore della prima meta della Pesaro rugby

Gai, autore della prima meta della Pesaro rugby

PESARO – Una vittoria che varrebbe un film. E’ quella che la Pesaro Rugby è riuscita ad ottenere a Cesena contro il Romagna per 29-26. Un successo storico perché mai prima di oggi i giallorossi si erano imposti a Cesena e perché questa vittoria lancia i pesaresi in vetta alla classifica da soli, con il Livorno a seguire di un punto. Di certo per i tanti pesaresi saliti in Romagna è stato meglio che andare al cinema, in una partita davvero bella, fra due squadre che se la sono giocata alla pari con non pochi cambi di fronte.

All’avvio tutto pesarese era stato bravo il Romagna a rispondere presente, ritrovarsi e superare, ma il secondo tempo pesarese non ha lasciato scampo agli avversari.

Pronti via erano stati due ex a colpire il Romagna e a portare Pesaro in vantaggio. Al 1’ Babbi è bravo a centrare i pali con un calcio piazzato centrale e al 19’ la bella meta di Gai che sfuggiva all’avversario diretto sull’out di destra e segnava in mezzo ai pali con conseguente trasformazioni di Babbi. Sotto per 10-0 il Romagna si aggrappa alla sua mischia e i risultati si vedono ben presto. Al 23’ vincono una mischia pesarese sui dieci metri in attacco e l’ala Shehu coglie impreparata la linea pesarese. Se tre minuti più tardi i giallorossi sono bravi a negare la seconda meta al Romagna tenendo alta la palla, lo stesso non avviene al 29’ quando un calcio di liberazione di Martinelli resta in campo e Shehu brucia nuovamente la linea pesarese lenta a salire e poco aggressiva. Poco prima della fine del primo tempo poi la terza meta del Romagna questa volta di Gollinucci che sfrutta la forza della sua mischia schiacciando in meta a seguito di una maul.

jAouhari, autore della quarta meta di giornata della Pesaro rugby

jAouhari, autore della quarta meta di giornata della Pesaro rugby

Sul 19-10 per il Romagna la gara sembra definitivamente girata e invece ecco che all’ingresso in campo del secondo tempo si vede un’altra Pesaro, molto più puntuale nelle salite difensive, più aggressiva e sempre più presente nelle ruck. E’ così che al 2’ arriva la meta di Sanchioni al termine di una straripante azione alla mano iniziata da ben prima di metà campo, dove a toccar palla sono stati almeno sette giocatori pesaresi in varie fasi di gioco. La trasformazione di Babbi si ferma sul palo, ma in campo c’è un’altra squadra. Al 7’ i giallorossi si mangiano una meta fatta con Battisti che viene tenuto alto, ma questo non succede dieci minuti dopo quando da una touche rubata a cinque metri è bravo Mattia Martinelli a fintare e ad andare a schiacciare. Marco Martinelli trasforma ed è sorpasso per 22-19. Al 22’ gira definitivamente la partita quando la mischia pesarese, sin lì sempre in sofferenza, ruba palla in una mischia chiusa e lancia Jaouhari a segnare la quarta meta di giornata per il 29-19. La gara potrebbe chiudersi qui, ma il Romagna al 30’ rimette la testa nella metà campo pesarese andando in meta con Asioli che trova un buco fra i centri e Righi che trasforma. 29-26 e per Pesaro diventa guerra di trincea. E’ il Romagna che vuole ritentare il sorpasso, ma i giallorossi respingono con forza ogni suo tentativo, finché Angeli ruba palla, Martinelli calcia in touche e l’arbitro Pellè fischia la fine. Braccia al cielo per i pesaresi e per un successo che racconteranno ai loro nipotini.

“Preso coscienza della nostra forza, nel secondo tempo abbiamo messo in mostra tutte le nostre qualità – spiega al termine della gara il tecnico pesarese Ernesto Ballarini – Nel primo tempo abbiamo giocato forse con troppa sicurezza e siamo stati puniti. Invece quando abbiamo cambiato mentalità siamo venuti fuori, mettendo ordine nei trequarti e togliendogli pure le certezze che avevano in mischia”.

Romagna – Pesaro 26-29

Romagna: Fiori, Shehu, Donattini, Asioli, Donati, Soldati, Gollinucci, Marchini, Paganelli, Magnani, Pirini, Sangiorgi, Colavecchia, Cossu, Molino All. Cavaglieri A disp. Turroni, Lepenne, Ferri, Visani, Medri, Magnani, Righi

Pesaro: Martinelli Marco, Babbi (16’ st Ballarini Tommaso), Gai, Biagetti, Panzieri, Martinelli Mattia, Longhi, Scavone (34’ Sanchioni), Cecconi, Jaouhari, Battisti, Angeli, Badiali, Maccan, Galdelli All. Ballarini Ernesto A disp. Casoli, Danieli, Minardi, Martinelli Luca, Giunti

Arbitro: Pennè

Marcature: 3’ cp Babbi, 19’ m gai tr Babbi, 23’ m Shehu, 29’ m Shehu tr Gollinucci, 40’ m e tr Gollinucci 2T 2’ m Sanchioni, 18’ m Mattia Martinelli tr Marco Martinelli, 22’ m Jaouhari tr Marco Martinelli, 31’ m Asioli tr Righi

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>