Vis Pesaro – Fermana 0-1: l’ex Omiccioli gela il Benelli

di 

25 gennaio 2015

VIS PESARO – FERMANA 0-1

VIS PESARO (3-4-1-2): Osso; Vagnini, Labriola, Pangrazi (26′ st Zanigni); Rossoni (1′ st Evacuo), Granaiola, Filippucci (19′ st Rossi), Fabbri; Ruffini; De Iulis, Bugaro. A disp.: Teodorani, Bartolucci, Rosati, Crescentini, Torelli, Montesi. All. Bonvini

FERMANA (4-3-2-1): Savut; Stranieri, Terrenzio (42′ st Sako), Grieco, Gregorelli; Ciuffetti (44′ st Lattanzi), Cossu, Omiccioli; Misin, Valdes (19′ st Bellucci); Pedalino  A disp.: Moscatelli, Bellucci, Cicchinè, Nazziconi,Polini,Sulpizi, Tozzo All. Jaconi

ARBITRO: Citarella di Matera

MARCATORI: 18′ st Omiccioli (F)

NOTE: Spettatori 500 circa. Ammoniti: Filippucci (V), Gregorelli (F), Cossu (F), Stranieri (F), Savut (F), Terrenzio (F), De Iulis (V). Angoli: 5-6. Recuperi: pt 1′, st 5′

PESARO – Derby numero 50 tra Vis e Fermana: la Vis ci arriva con 17 vittorie contro le 13 fermane. I biancorossi, però, non vincono dal 2-0 del 2011 (doppietta di Zonghetti) che a conti fatti portò la Vis in finale d’Eccellenza. La Fermana invece ha vinto per 1-0 la gara d’andata e per 4-3 la partita della scorsa stagione. Al Benelli, dove nel 2014 finì 2-2, i gialloblù hanno vinto solo una volta: 0-3 nel 2009-10.

Nel 2015 la Vis ha colto una vittoria e due pareggi, l’ultimo dei quali domenica scorsa sul campo della Civitanovese. La Fermana, invece, è reduce dal capitombolo di 7 giorni fa in casa contro la Recanatese.

Gianluca Bugaro esulta dopo un gol segnato alla Fermana l'anno scorso. Foto Gianluca Guidi

Gianluca Bugaro esulta al gol foto Gianluca Guidi

Tanti gli ex della partita ma pochi, con ogni probabilità, vedranno il campo: Costantino non è stato convocato per un attacco febbrile, Cusaro dovrebbe sedere in panchina per una contrattura la polpaccio, Bellucci lo dovrebbe seguire per scelta tecnica. Certi di un posto Omiccioli, ex capitano vissino con oltre 100 presenze in biancorosso (con un’Eccellenza vinta ai playoff nazionali), e Labriola (canarino nella scorsa stagione).

Assenti per squalifica capitan Dominici e Brighi: difesa da reinventare per Bonvini che però, in attacco, ritrova De Iulis ed Evacuo. Ancora indisponibile l’infortunato Martini. Nella Fermana assente il centrale Toscano mentre torna a disposizione l’altro difensore, ex Fano, Terrenzio. Partita speciale per il vissino Osso (fermano di nascita) e il fermano Misin (pesarese di nascita).

La Fermana fuori casa ha vinto solo una volta in questa stagione: 2-0 a Celano lo scorso 7 dicembre, per il resto 4 pareggi e 4 sconfitte.

Arbitrerà Citarella di Matera: un precedente solo con i canarini, Amiternina-Fermana 0-2 del 2013

SIAMO IN ATTESA DELLE FORMAZIONI UFFICIALI

Ore 14.27: ecco le formazioni ufficiali, nella Fermana fuori gli ex Costantino (si sapeva) e Cusaro (in tribuna) con Ciuffetti in campo al posto di Nazziconi come under. Nella Vis 11 confermato con De Iulis unica punta di ruolo, resta da vedere quale sarà per entrambe la disposizione tattica. In panchina tornano Evacuo e Teodorani.

Vento freddissimo sul Benelli, 500 circa gli spettatori con una ventina di tifosi della Fermana presenti nel settore ospiti. Capitani: Omiccioli, ex vissino, indossa oggi la fascia per i canarini, mentre complice la squalifica di Dominici capitano biancorosso è Granaiola.

“I tuoi amici la tua curva ciao Filippo” è lo striscione del Prato.

Partiti. Subito un tiro di Pedalino dai 25 metri abbondanti fuori dallo specchio della porta difesa da Osso.

7′ Brutta palla persa con un passaggio in orizzontale da Granaiola, intercetta Omiccioliche tenta il tiro strozzato dalla difesa biancorossa: palla facile e docile tra le mani di Osso.

10′ Ottimo uno-due De Iulis-Ruffini, con l’attaccante romano che al momento della battuta in area viene contrastato reclamando un fallo.

12′ La Vis cincischia al limite dell’area, Vagnini rinvia corto di testa, sul cuoio si avventa l’ex Omiccioli: sinistro al fulmicotone parato con i pugni da Osso che, fortunatamente, era sulla traiettoria.

Soffre la Vis a uscire dalla propria area. Rossoni viene preso d’infilata dalle avanzate di Gregorelli che taglia in mezzo o mette dietro per l’accorrente Omiccioli.

19′ La Vis è tutta in un tiraccio lunare di De Iulis da 25 metri

Bonvini cambia: difesa a 4 con Fabbri a destra e Pangrazi sinistra, con Vagnini e Labriola centrale con il rombo a centrocampo. Prima, infatti, Fabbri a sinistra non riusciva a trovare il fondo e Rossoni, a destra, soffriva il cambio di passo della catena Omiccioli-Gregorelli.

Pallino ancora in mano alla Fermana. Omiccioli a sinistra appare in giornata decisamente ispirata ma anche Gregorelli, Misin e Cossu sono in palla. Dietro Terrenzio appare già su ottimi livelli.

31′ Fermana pericolosissima: prima Ciuffetti inciampa sul pallone lanciato a rete, poi da un traversone è Vagnini a liberare di testa su Pedalino sfiorando l’autorete. La Vis soffre ogni angolo della Fermana: in ogni mischia i canarini sembrano avere la calamita, ogni pallone gravita sempre intorno i colori gialloblù che sfiorano in tre occasioni il flipper vincente. Vis in sofferenza: Bonvini manda a scaldare Rossi e Zanigni.

39′ La Vis non ha mai tirato in porta fino ad ora. Neppure fuori dallo specchio. Una delle poche azioni degne di nota si materializza al minuto 39′: triangolo velocissimo Rossoni, Bugaro e Fabbri che taglia in mezzo ma il cross, in area, viene deviato e finisce docile tra le mani di Savut.

Si vede una Vis migliore, più alta con gli esterni, e con Bugaro libero di arretrare e andarsi a prendere palloni giocabili per puntare centrocampo e difesa fermana. Da una di questa percussione nasce l’ammonizione di Cossu.

Fine primo tempo: 0-0

Secondo tempo: cambio nella Vis, fuori Rossoni dentro Evacuo. La Vis passa al tridente con Bugaro a sinistra, De Iulis centrale ed Evacuo, che non giocava dalla trasferta di Termoli, a destra. Ruffini torna playmaker davanti la difesa.

3′ Vis pericolosa con Evacuo che si insinua in area a viene murato da Terrenzio e Grieco. Poi è De Iulis ad andare via a sinistra, controllo a seguire di tacco, e Stranieri lo contrasta fuori area: l’attaccante romano chiede il fallo, l’arbitro fa proseguire. Altra Vis, con più peso specifico in attacco.

7′ Parata vitale con i piedi di Osso su Omiccioli liberato in area, dalla sinistra, da Pedalino. Libera la difesa definitivamente Pangrazi.

10′ Bugaro a sinistra è imprendibile, sullo stop a seguire sull’uno-due con Filippucci provoca il terzo cartellino giallo: Terrenzio.

Tambureggiate Vis: cross di Granaiola dopo uno scambio, a destra con Evacuo, palla come una saponetta, Filippucci prova a dialogare con Ruffini che tocca in qualche modo per Filippucci. Il ping-pong finisce con una conclusione fuori di un soffio di Ruffini sul primo palo: l’arbitro però aveva visto un fuorigioco vissino.

Partita aperta, il 4-3-3 della Vis concede qualcosa di più alla Fermana che gioca bene, triangola bene con Misin-Ciuffetti-Stranieri. E proprio da lì al 17′ arriva il gol: la palla, dalla destra, schizza a sinistra dove arriva l’ex capitano vissino Omiccioli, sinistro al volo basso, gol. Omiccioli non esulta (0-1).

Vis in bambola: Bellucci, altro ex, affonda a sinistra e tagli in mezzo per Pedalino che di prima intenzione stampa il possibile 0-2 sul palo alto. Se non bastasse Pangrazi, a terra, dopo un contrasto, sembra non farcela.

Ancora Bellucci, indemoniato, ruba palla a Vagnini e mette in mezzo: Granaiola spazza l’area.

Ultimo cambio: Zanigni al 26 st rileva Pangrazi. Vis a trazione anteriore con tre punte più Rossi e Bugaro.

Vis che ora, in contropiede, presta il fianco a Bellucci. Omiccioli, servito da Bellucci, al 27′ sfiora con la palla sotto il bis. Osso scavalcato ma palla fuori di un soffio.

La Vis non riesce a riprendersi, tanti gli errori anche in fase di impostazione.

33′ Ci prova Rossi dal limite: piatto a giro telefonato, Savut para.

Fasi elettriche della partita: la Fermana a ogni ripartenza fa tremare il Benelli, la Vis più con il cuore che con la testa cerca di creare occasioni ma sceglie sempre la situazione più complicata.

40′ occasionissima per la Vis, su uno spiovente un difensore della Fermana tocca visibilmente con la mano, con il braccio staccato dal corpo, la palla arriva a De Iulis che si gira in area e scaraventa il pallone in porta la palla sbatte sul palo e danzando sulla linea viene arpionata da Savut. Incredibile. Mezzo Benelli resta imbalsamato con le mani in alto.

46′ st De Iulis prova la girata della disperazione: palla fuori.

La Vis guadagna un angolo ma l’arbitro fischia con 5 secondi d’anticipo e manda tutti negli spogliatoi al 49’55”. Vince la Fermana, la Vis ancora una volta fallisce uno spareggio diretto in casa. Cosa succederà ora?

7 Commenti to “Vis Pesaro – Fermana 0-1: l’ex Omiccioli gela il Benelli”

  1. enrico scrive:

    se chiedessero dei soldi x smettere di giocare sarei disposto a spendere… la vergogna con cui stanno coprendo la maglia è imbarazzante

  2. Disqus scrive:

    Piove sul bagnato… primo tiro in porta all’85’.
    E mancano pure due gialli tra i nostri nel tabellino :(

  3. Roberto scrive:

    Se non si tira mai in porta difficile vincere,oggi come le precedenti volte:una pena!leonardi e Bonvini,se vi rimane ancora un pizzico di dignità,andatevene!!!

  4. Vecchia maniera scrive:

    La prima cosa da fare, ora, tralasciando tutto l’orrore visto in campo e fuori (leggasi errori e orrori societari) è quello di cacciare subito l’incapace in panchina, il signorsí, eterno ottimista, che sta umiliante l’intelligenza di noi tifosi raccontandoci da mesi che la squadra c’è, c’è la giochiamo con tutti ecc… I giocatori stessi oggi sotto il prato e poi al cancello degli spogliatoi hanno fatto ben capire che è imbarazzante. Fuori subito. Non potremmo che migliorare una squadra che non gioca a calcio. Dopodiché anche i giocatori (scarsi) non avranno più alibi. Direttore ci risparmi altre interviste “esaltanti” di mister narcolessia.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>