Rubano al Circolo degli Anziani di Fossombrone, il palo è minorenne. In tasca aveva 56 grammi di hashish

di 

28 gennaio 2015

FOSSOMBRONE – Nella notte un cittadino di Fossombrone ha sentito alcuni rumori provenire dall’esterno della sua abitazione. Affacciandosi alla finestra ha visto la porta di un circolo cittadino stranamente aperta. Immediatamente è partita la segnalazione al 112.

Carabinieri al lavoro

Carabinieri al lavoro

La centrale operativa della Compagnia Carabinieri di Fano ha allertato la pattuglia della Stazione Carabinieri di Fossombrone che dopo pochissimi minuti era già sul posto.

Numerose sono le pattuglie dispiegate nel territorio in orario diurno e, soprattutto, in quello notturno, per contrastare i reati contro il patrimonio. Tale sforzo prodotto dagli uomini dell’Arma consente di creare una rete di pronto intervento capillare ed efficace in grado di cogliere qualsiasi segnalazione giunga dal cittadino.

I Militari, appena arrivati nei pressi di via Della Speranza, vedono che il Circolo Sociale Polivalente per Anziani aveva la porta sfondata. Nei pressi osservano un’autovettura con un ragazzo a bordo. Immediatamente realizzano che si tratta di un furto in atto. Chiedono in supporto una pattuglia e dopo pochi minuti giunge sul posto un’autoradio del Nucleo Operativo e Radiomobile di Fano. Nel frattempo uno dei militari irrompe all’interno del locale mentre l’altro blocca il “palo” seduto dentro l’auto, prima ancora che riuscisse a dare l’allarme.

All’interno del locale vengono sopresi due ragazzi che, vistisi scoperti, si danno alla fuga scappando da una uscita secondaria. Nonostante la giovane età dei malviventi ha prevalso l’addestramento, la tecnica e la conoscenza del territorio da parte dei Militari. Infatti, dopo poche centinaia di metri i fuggitivi sono stati bloccati, fatti sdraiare a terra ed ammanettati. Nelle tasche i pochi spiccioli che erano riusciti ad afferrare prima di essere sorpresi dai Carabinieri.

Perquisendo l’auto, si rinvenivano due grossi cacciaviti e quanto altro potesse servire per forzare le porte delle abitazioni e di esercizi commerciali da derubare.

Condotti in caserma, i ragazzi venivano identificati in T.T. 20enne originario di Napoli e residente a Fossombrone e M.C. 19enne nato ad Urbino e residente a Montefelcino, entrambi gravati da precedenti penali per reati contro il patrimonio. Il terzo, il “palo” si scopre essere minorenne ancorché prossimo al compimento dei diciotto anni.

Proprio dalla perquisizione del minorenne effettuata in caserma la sorpresa: nelle parti intime aveva nascosto più involucri contenenti complessivamente 56 grammi di hashish. Verosimilmente si trattava della parte residua di un quantitativo ben maggiore già ceduto. Infatti il minorenne era in possesso di 510 euro, cifra incompatibile con le sue possibilità economiche e con quelle della sua famiglia.

I due maggiorenni sono stati tratti in arresto e trattenuti nelle celle di sicurezza in attesa del processo che si terrà con rito direttissimo presso il Tribunale di Urbino.

Il minorenne è stato deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale dei Minorenni di Ancona.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>