Lega Nord, una proposta al comitato “Lotta per la casa”: «Chiediamo insieme al Prefetto un bando come per i profughi accolti qui»

di 

31 gennaio 2015

FANO – Il comitato “lotta per la casa” impedisce uno sfratto (per saperne di più leggi su http://www.pu24.it/2015/01/30/fano-sfratto-una-mamma-e-due-figli-la-mobilitazione-porta-al-rinvio-di-10-giorni-chiesta-una-moratoria/148632/). Cioè – scrive in una nota la Lega Nord – scarica un (asserito) “costo sociale su privati cittadini che quella casa l’hanno comprata con mille sacrifici, e pagando, prima e dopo, un mare di tasse! Sarebbe bello, se si conoscessero i nomi dei membri del comitato, fare una verifica catastale sul patrimonio immobiliare loro o delle loro famiglie, per verificare se, per caso, hanno in prima persona case o seconde case disponibili e chiedergli, in caso positivo, di ospitare loro, in prima persona, naturalmente “a gratis”, gli sfrattandi….per dimostrare la bontà dei loro ideali. Infatti, come noto, è facile fare i generosi con le cose degli altri….

Paolini con una famiglia di immigrati

Paolini con una famiglia di immigrati

Ma veniamo alla proposta: è disposto – chiede la Lega Nord – il “comitato” a fare una battaglia, con noi della Lega Nord, affinche le famiglie sfrattate o sfrattande siano accolte in alberghi alle stesse condizioni riservate ai c.d.” profughi”? Sono disposti a manifestare, con noi, davanti la Prefettura, affinchè venga emesso un bando simile a quello relativo ai predetti stranieri per dare vitto e alloggio alle stesse loro condizioni alle famiglie italiane sotto sfratto?

Se si facciano sapere. Se non sono disponibili, spieghino il perché, a loro avviso, una famiglia italiana in difficoltà ha meno diritti di un sedicente profugo, anche alla luce del fatto che su 100 richiedenti asilo solo 20 risultano realmente averne diritto, mentre tuti gli altri sono, banalmente, semplicemente, clandestini che vengono in italia per vivere di espedienti e sfruttare il ns. generoso sistema sociale, spesso a scapito degli italiani.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>