Finalmente Consultinvest! Vuelle corsara a Varese (80-70)

di 

1 febbraio 2015

OPENJOBMETIS VARESE – CONSULTINVEST PESARO 70-80
OPENJOBMETIS VARESE: Rautins 10, Daniel 2, Maynor 12, Casella 3, Testa ne, Okoye 0, Deane 10, Callahan 9, Kangur 5, Balanzoni 0, Pietrini ne, Eyenga 19, All. Pozzecco
CONSULTINVEST PESARO: Ross 11, Myles 4, Basile 0, Musso 14, Raspino 2, Wright 23, Judge 11, Crow 2, Tortù 0, Lorant 13. All. Paolini
ARBITRI: Paternicò, Sabetta, Filippini
PARZIALI: 22-14, 19-24, 8-23, 21-19

pesaro_cantu000 copia VuelleVARESE – Finalmente! Pesaro ritorna alla vittoria battendo meritatamente Varese per 80 a 70, grazie ad uno stratosferico Wright e alle triple di capitan Musso, al termine di una partita che ha visto la Vuelle piazzare il break decisivo nel terzo quarto, riuscendo a contenere nel finale la rimonta dei padroni di casa, con il piccolo rammarico di non essere riusciti a ribaltare il meno 11 dell’andata. La Consultinvest è stata brava a sfruttare i punti deboli varesini e colpirli sotto i tabelloni, in una domenica che è stata parzialmente rovinata dal successo casertano a Brindisi, ma è giusto gioire per una vittoria meritata e fondamentale in un campionato che riserverà ancora tante altre sorprese.

Rientra nei dieci, dopo quasi due mesi di assenza, Anthony Myles, con Gaines che si accomoda in borghese in fondo alla panchina, e coach Paolini lo schiera subito in quintetto insieme a Lorant, Wright, Judge e naturalmente Ross, parte forte Varese con tre contropiedi che fruttano altrettanti canestri per il 6 a 0 casalingo, Pesaro sblocca il punteggio grazie ad una tripla di Lorant e su un rimbalzo offensivo di Judge, la Consultinvest torna sotto di una sola lunghezza (5-6), l’attacco pesarese forza troppe conclusioni dai 6.75, lasciando scoperto il fianco ai contropiedi varesini per il nuovo più sei (11-5), primi cambi in casa Vuelle con Basile che prende il posto di un esitante Wright e capitan Musso a far rifiatare il rientrante Myles e per la OpenJobMetis si rivede anche Kangur, dopo tre mesi di assenza per un brutto infortunio, Judge si fa valere con un paio di belle conclusioni per l’11 a 14 in un attacco pesarese troppo statico e prevedibile, dove Ross non riesce a liberarsi dai raddoppi avversari e Musso perde un paio di palloni evitabili, Varese invece colpisce a proprio piacimento dalla linea da tre punti e chiude in vantaggio il primo quarto per 22 a 14.

La valutazione del primo quarto recita 33-8 per Varese, segnale di una Vuelle con tanti problemi da risolvere, Wright prova ad invertire il trend negativo con una bella entrata mancina ed un assist per Judge che vale il 18 a 26, il play biancorosso si fa notare anche per una bella palla recuperata ed un rimbalzo offensivo che consente alla Consultinvest di recuperare fino al meno quattro (22-26 al 14’), l’attacco biancorosso non riesce a trovare un’alternativa valida a Wright, con Myles e Ross che stanno faticando più del dovuto a trovare le loro conclusioni e su una tripla di Rautins, Varese si riporta nuovamente in doppia cifra di vantaggio (34-24), anche se Pesaro prova a rimanere in scia grazie a due liberi di Myles e una tripla di Lorant, Ross si sveglia dal suo mini letargo con il contropiede del 31 a 34, ma la difesa pesarese non riesce a contenere un ispirato Rautins in un secondo quarto giocato a ritmi alti da entrambe le formazioni, la Vuelle prova a correre con Myles che ritrova la sua amata linea di fondo e con il dodicesimo punto di Wright si riporta a meno due in un primo tempo che si conclude con la OpenJobMetis avanti per 41 a 38.

Le statistiche di metà partita evidenziano la brutta percentuale della Vuelle dalla linea dei tre punti (3/16), che rimane in scia all’avversaria grazie soprattutto al controllo dei rimbalzi (25 a 17) e alla buona vena di Wright (12 punti e 3 assist), mentre Judge dopo un bel primo quarto è stato dimenticato in panchina dal suo allenatore che ha preferito il quintetto piccolo ed aggressivo per provare la rimonta.

Si riparte con Wright che segna due liberi su tre tentativi per il meno uno ospite e sulla tripla di Ross, Pesaro mette il naso avanti per la prima volta (43-41), con LaQuinton che si ripete nell’azione successiva dalla stessa mattonella, il match sembra viaggiare adesso sui binari dell’equilibrio con le difese che provano ad impensierire maggiormente i rispettivi attacchi e si resta senza segnare per oltre tre minuti, la svolta dal match potrebbe arrivare al 25’ con un quarto fallo molto dubbio fischiato a Judge che commette però l’errore di protestare troppo platealmente con la terna arbitrale che gli sanziona anche il fallo tecnico che lo estromette definitivamente dall’incontro, una vera tegola per coach Paolini che perde il suo unico centro di ruolo, ma Pesaro sembra ancora viva e la prima tripla di capitan Musso la riporta nuovamente in vantaggio sul 50 a 47 ed è ancora il capitano con una tripla delle sue in contropiede a portare la Consultinvest al massimo vantaggio (55 a 47 al 27’), che si trasforma in doppia cifra grazie a due liberi di un positivo Lorant, Varese non segna da quattro minuti e Pesaro riesce a far segnare anche Raspino e Crow portandosi sul 61 a 47 in un terzo quarto nel quale i padroni di casa hanno segnato solamente otto punti e che si conclude con la Consultinvest avanti per 61 a 49.

Varese prova subito a tornare in partita con una schiacciata di Callahan, con la Vuelle che non deve commettere l’errore di rallentare quel ritmo che le ha consentito il break del terzo periodo e al primo accenno di rimonta, coach Paolini chiama prontamente timeout per cercare di far ragionare i suoi giocatori, Lorant cattura un prezioso rimbalzo offensivo per il 66 a 55 ospite, con Varese che però è ormai uscita dalla crisi e si riporta a meno sette, ma è ancora l’ungherese a farsi valere procurandosi un antisportivo a favore che Pesaro sfrutta per tornare sul 70 a 59 grazie ad una bella entrata di Wright, esce Raspino per cinque falli complicando ulteriormente il lavoro del reparto lunghi pesarese che è totalmente sulle spalle di Lorant e Ross e si entra negli ultimi tre minuti con la Consultinvest avanti di sette lunghezze (70-63), prima della tripla di capitan Musso per il nuovo vantaggio pesarese in doppia cifra, con Varese brava a replicare subito dalla linea dei 6.75 e riportarsi a meno cinque dopo una palla recuperata da Deane per il 68 a 73, ci deve pensare Wright con un’entrata al tabellone a far respirare i suoi e quando Chris replica nell’azione successiva, Pesaro torna a più nove e può cominciare a pensare di tornare alla vittoria dopo sei sconfitte consecutive, un libero del play pesarese porta gli ospiti sul 78 a 70 a quaranta secondi dalla sirena e a questo punto si gioca addirittura per ribaltare la differenza canestri dell’andata (meno 11), ma l’impresa non riesce fino in fondo, ma va bene così perché la Consultinvest vince meritatamente con il risultato finale di 80 a 70.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>