Manager informatici di tre grandi aziende a confronto: interessante appuntamento all’ITC Battisti di Fano

di 

2 febbraio 2015

Tre manager a confronto all'ITC Battisti di Fano

Tre manager a confronto all’ITC Battisti di Fano

FANO – Si è conclusa, presso l’Aula Magna dell’ ITC “C. Battisti” di Fano, la seconda conferenza “I Sistemi Informativi Aziendali e i Big Data: I Manager Informatici di tre Grandi Aziende a confronto”, del ciclo di incontri “Tecnologie e Innovazioni”, a cura del professor Domenico Consoli. Dopo la presentazione iniziale, c’è stato il saluto di benvenuto ai relatori e al pubblico da parte del Dirigente Scolastico Sergio Lombardi. Si è dato quindi inizio ai lavori della giornata con le presentazioni.

Domenico Consoli si è soffermato sul fatto che oggi le aziende si trovano a gestire un’enorme quantità di dati (Big Data) per definire e implementare le loro strategie ed essere competitive sul mercato. Questi dati provengono da diverse fonti: social network, cellulari, smartphone, ordini, transazioni, sensori, tablet,… e per la maggior parte non sono di tipo strutturato ma di tipo “testuale”. La sfida del futuro è come riuscire ad elaborare, selezionare e classificare questi dati destrutturati per ottenere delle informazioni utili ai fini del business. Ai computer sono richieste velocità e capacità di memorizzazione sempre più elevate. Per interpretare i big data servono algoritmi semantici di intelligenza artificiale.

Edoardo Gentile, ICT Manager, ha descritto le soluzioni hardware/software che la Scavolini utilizza all’interno della propria organizzazione e i servizi web intranet e extranet verso la rete vendita e i fornitori. I Data Center presentano dei sistemi di elevata sicurezza (protezione fisica, perimetrale e di accesso). Tutti i processi, dalla raccolta dell’ordine presso il punto vendita fino alla sua evasione, sono stati informatizzati e integrati all’interno del sistema ERP. Le informazioni destrutturate (file di produttività individuale, file testo e disegni) sono integrati all’interno di un workflow documentale informatizzato. L’azienda è attenta anche a misurare il “sentiment” dei clienti nei vari social network.

Giovanni Bellucci, ICT Manager della Biesse, ha relazionato sugli obiettivi dei sistemi informativi dell’azienda: eccellenza operativa dei processi, abilitazione di nuovi prodotti/servizi e relazioni sempre più strette con i vari stakeholder (clienti, fornitori e partner). Il Dipartimento IT, nel corso degli anni, ha integrato e automatizzato i vari processi di business. L’implementazione dell’ ERP è avvenuto in maniera graduale e nel tempo si è arricchita di soluzioni di collaboration e di business intelligence. La sfida futura aziendale sarà quella del paradigma SMAC (Social, Mobile, Analytics and Cloud) e cioè di spostare i servizi informativi e di analisi nel Cloud, nei canali social e dare la possibilità di usufruirli tramite dispositivi mobili.

Stefano Berrettini, ICT manager della IFI, dopo aver presentato l’azienda, si è soffermato sulla differenza tra sistema informatico e sistema informativo. L’ERP dell’azienda comprende diversi elementi logici (PLM, MES, SCM, Business Intelligence) è cioè tutti quei moduli che supportano i vari processi aziendali. Tutti i moduli condividono una base di dati unica e certificata. Il ciclo di vita di un sistema informativo è abbastanza complesso e necessita di un periodo lungo di progettazione e implementazione. Attualmente, all’interno dell’azienda, è in corso il progetto di gestione documentale e archiviazione sostitutiva. Il reparto IT supporta, a pieno titolo, l’innovazione dei prodotti/servizi e l’internazionalizzazione.

Tanta gente all'Ict Battisti di Fano

Tanta gente all’Ict Battisti di Fano

La conferenza che si è prolungata oltre l’orario previsto, per i tanti temi discussi, si è conclusa con le domande da parte del pubblico.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>