Super Bowl, per lo show dell’anno Katy Perry si “veste” a San Giovanni Marignano

di 

2 febbraio 2015

Katy Perry al Super Bowl. Tratto da TLO

Katy Perry al Super Bowl. Tratto da TLO

Da San Giovanni Marignano al tempio dello sport a stelle e strisce: il Super Bowl 2015, vinto dai New England Patriots, guidati dall’ormai leggendario quarterback Tom Brady. Più di 100 milioni di telespettatori collegati da tutto il mondo: nell’intervallo, però, tutti quegli occhi si sono posati su Katy Perry e sugli incredibili vestiti che indossava. Da quello fiammeggiante, quasi stile Hunger Games, a quello stellato, tutti firmati Moschino, disegnati dallo stilista Jeremy Scott. Quello che molti non sanno è che i vestiti in questione sono stati realizzati materialmente a San Giovanni Marignano, da mani nostrane, nei laboratori di Alberta Ferretti, lo storico gruppo che sviluppa da anni anche il marchio Moschino.

Alcune cifre per capire la vetrina in cui sono finiti: c’è chi ha sborsato pure 10 mila dollari per un biglietto, sullo stadio c’era la no fly zone estesa anche ai droni, uno spot nella diretta televisiva costava 4,5 milioni ogni 30 secondi, tra gli spettatori anche Barack Obama.  Capito che importanza avevano quei vestiti? Lo show di Katy Perry è durato 12 minuti e 40 secondi: uno spettacolo iniziato con la star americana in groppa a  un gigantesco leone metallico sulle note di “Roar” e proseguito su una scacchiera gigante con “uomini metallici”, e poi fuochi d’artificio, fiamme, squali, palme e tavole da surf. Katy Perry, sul palco, è stata affiancata Lenny Kravitz e Missy Elliott. Pirotecnico il finale con la stessa star americana che ha lasciato lo stadio su una stella cometa…

GUARDA IL VIDEO:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>