Borgo Santa Maria, completata la ristrutturazione della stazione dei carabinieri

di 

3 febbraio 2015

BORGO SANTA MARIA – Completata la ristrutturazione della stazione dei carabinieri di Borgo Santa Maria da parte del Comune di Pesaro. Il rinnovo del presidio, fondamentale per la sicurezza del quartiere, è stato realizzato con un investimento di 100.000 euro.

L’edificio, di proprietà del Comune rischiava infatti di essere chiuso e la sede del comando distaccato spostata altrove. Da tempo la Prefettura sollecitava la sistemazione, indispensabile per assicurare l’operatività di una stazione che è il riferimento di quasi 30.000 residenti delle frazioni di Borgo Santa Maria, Villa Ceccolini, Ginestreto, Villa Fastiggi, Tre Ponti, Case Bruciate, Torraccia e Babucce.

Ieri alla consegna dei lavori erano presenti il sindaco di Pesaro Matteo Ricci, l’assessore ai Lavori pubblici Andrea Biancani, la consigliera comunale Silvia Terenzi e i rappresenti del consiglio di quartiere. In rappresentanza del Corpo dei carabinieri erano presenti il comandante della legione carabinieri Marche generale di brigata Marco Mochi, il comandante provinciale di Pesaro e Urbino tenente colonnello Marco Filoni, il comandante della compagnia carabinieri di Pesaro capitano Giuseppe De Gori e il maresciallo Luigi Gasparre comandate (in sede vacante) della stazione di Borgo Santa Maria.

“La stazione è strategica per garantire la sicurezza, aspetto su cui non bisogna abbassare la guardia – hanno sottolineato il sindaco Ricci e l’assessore Biancani – il rinnovamento dell’edifico è il risultato di una forte collaborazione istituzionale tra Comune e Arma, era inoltre in cima alla lista delle priorità per il quartiere di Borgo Santa Maria. Mettere nelle migliori condizioni possibili coloro che lavorano per assicurare la sicurezza di tutti noi, è un dovere che ci sentiamo di portare avanti”.

Presidio strategico e zona di confine

“Il presidio si trova in una zona rilevante, non solo per il quartiere, ma anche perché è in un’area di confine tra Comuni di Pesaro, Montelabbate e Tavullia – hanno concluso sindaco e assessore – Un traguardo importante dunque, nonostante le difficoltà economiche che il Comune di Pesaro, come tutti i Comuni affrontano, con bilanci ridimensionati da diversi anni”.

Si tratta di un presidio decisivo – hanno precisato – Appena il patto di stabilità lo ha permesso abbiamo sistemato il tetto, tutta parte esterna dell’edificio (eliminando così l’impalcatura di sicurezza che c’era da due anni), realizzata la tinteggiatura e reso abitabile uno dei due appartamenti destinati all’alloggio dei carabinieri. I lavori sono stati affidati tramite appalto alla ditta Astra di Fabriano”.

“Siamo molto grati all’Amministrazione comunale di Pesaro – ha sottolineato comandante della Legione carabinieri Marche, il generale di Brigata Marco Mochi -, che realizzando questi lavori ci ha reso possibile mantenere la stazione, in quanto le nostre sedi distaccate sono fondamentali non solo per la sicurezza ma anche per mantenere aperto un canale di dialogo con i cittadini”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>