Emergenza sfratti a Fano, il Consiglio approva all’unanimità mozione urgente: ecco le 3 mosse

di 

4 febbraio 2015

FANO – Il Consiglio comunale di Fano nella seduta di martedì 3 febbraio scorso ha approvato all’unanimità la mozione urgente per misure di graduazione programmata dell’intervento della forza pubblica nell’esecuzione del provvedimento di sfratto proposta all’attenzione dell’aula da parte del Sindaco Massimo Seri.

La mozione, con la quale si impegna il sindaco e la giunta a rappresentare al Prefetto di Pesaro e Urbino l’esigenza di concertare con lo stesso modalità e criteri relativi alla dilazione degli sfratti per morosità incolpevole, ai sensi dell’art.6, comma 5 del decreto Legge 31 agosto 2013 n. 102 convertito in legge n. 124 del 28 ottobre 2013, non solo ha ottenuto i voti del partiti di maggioranza, ma è stata approvata anche dai partiti di minoranza con una integrazione di tre punti. In dettaglio l’integrazione riguarda il punto 1: di sollecitare l’esecuzione immediata da parte di Erap della mobilità di ufficio al fine di recuperare alloggi in disponibilità per l’assegnazione agli aventi diritto; il punto 2: di chiedere alla Regione Marche di stanziare i fondi regionali già previsti, ma non assegnati agli Erap per il ripristino degli alloggi che risultano essere privi di riscaldamento, infissi, intonaci, sicurezza strutturale ecc. al fine di recuperare alloggi da assegnare; il punto 3: il Comune di Fano deve diventare promotore di interventi ad edilizia agevolata/sovvenzionata e di housing sociale, attraverso i propri possedimento ed attraverso convenzioni. Su quest’ultimo punto, nella medesima seduta, il Consiglio comunale aveva approvato misure atte a promuovere l’housing sociale in tutto il territorio comunale.

Il sindaco Massimo Seri sottoporrà al Prefetto nei prossimi giorni la mozione approvata all’unanimità da tutte le forze politiche presenti in Consiglio comunale sul tema degli sfratti incolpevoli.

Leggi il documento originalemozione sfratti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>