Expo 2015, Zaffini attacca: “Un milione e mezzo di euro messi a disposizione, ripescaggio Guidi solo salva faccia. E il tartufo?”

di 

4 febbraio 2015

Il “ ripescaggio” di Piero Guidi, importante azienda della provincia di Pesaro e Urbino, non risolve secondo il consigliere regionale di Fratrelli d’Italia Roberto Zaffini, vicepresidente seconda commissione, la sistematica scarsa attenzione da parte delle Marche verso il territorio più a nord della Regione. Sarà anche vero che la scelta delle aziende partecipanti spetta solo a Padiglione Italia ma questa scelta avviene tra quelle segnalate dalla Regione.

“Mi chiedo – scrive Zaffini in una nota –  come è possibile escludere dall’EXPO dell’agroalimentare nel Padiglione Italia un prodotto come il Tartufo (di Acqualagna, Pergola e Sant’Angelo in Vado) che qualifica la nostra provincia a livello mondiale. Sappiamo bene che il prezioso tubero è esportato fresco e confezionato da tante aziende in tutto il mondo. E poi tante altre nostre eccellenze non sono state prese minimamente in considerazione, come la cantieristica navale o il mobile, la produzione di olio e il pesce azzurro dell’Adriatico.  Quelli del PD come il sindaco di Pesaro si accorgono dell’Ancona-centrismo a corrente alternata, solo quando gli fa comodo. In realtà è vero che la Regione Marche da queste parti sta facendo “cilecca” su molti, troppi fronti. Ora ci sono ben 1.539.500.00 euro che la Regione tramite una repentina legge che sarà votata in aula martedì prossimo, mette a disposizione per la presenza all’EXPO e a conti fatti chi trarrà vantaggi e visibilità non sarà certo la rappresentanza di imprese della nostra provincia tranne una, recuperata solo per salvare la faccia.’

Ecco il documento originale:

PDL Fondi per EXPO 1 1

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>