Fondazione Teatro, interrogazione del M5S sulla gestione e sui bilanci

di 

4 febbraio 2015

FANO – Interrogazione del Movimento 5 Stelle a firma di Marta Ruggeri, Roberta Ansuini e Hadar Omiccioli, consiglieri comunali a Fano, sulla gestione e sui bilanci della Fondazione Teatro. Ecco il testo:

PREMESSO CHE

  • in un articolo comparso sul Resto del Carlino del 4 febbraio 2015, il maestro Noris Borgogelli, organizzatore dei “Concerti di Mezzogiorno” per conto della Fondazione Teatro della Fortuna, lamenta l’annullamento di alcune date del cartellone concertistico del Teatro a causa della mancanza di fondi, nonostante gli appuntamenti fossero stati annunciati anche alla stampa, creando oltretutto non pochi imbarazzi nei rapporti con gli artisti coinvolti, che avevano rinunciato ad altri ingaggi per onorare gli impegni assunti con la Fondazione;
  • nello stesso articolo si afferma che il bilancio consuntivo 2014, non ancora pubblicato ufficialmente, ha registrato entrate per un importo complessivo di 1.200.000 euro, la cui metà circa corrisponde alla quota sociale versata dal Comune;
  • nello stesso articolo, la Presidente della Fondazione Catia Amati manifesta la propria incertezza riguardo all’ammontare dei versamenti del Comune per l’anno 2015, dovuta alla mancata approvazione del bilancio preventivo dell’Ente;
  • allo stato attuale, l’investimento in termini di quote sociali da parte del Comune di Fano è nettamente maggioritario rispetto alle risorse messe a disposizione dagli altri soci (Fondazione Cassa di Risparmio di Fano, Banca di Credito Cooperativo di Fano, Aset Spa, Chebolletta Spa) e corrisponde, con approssimazione per difetto, all’83% del totale delle quote sociali

INTERROGANO IL SINDACO E LA GIUNTA PER SAPERE

  • se corrisponda al vero quanto riportato nelle premesse;
  • quali spettacoli, opere e concerti originariamente previsti nel cartellone del Teatro per la stagione 2014/2015 saranno annullati a causa della mancata approvazione del bilancio preventivo del Comune;
  • se la Fondazione programma le proprie attività facendo esclusivo affidamento sui versamenti del Comune di Fano;
  • se non reputino più opportuno programmare spettacoli, opere e concerti solo successivamente all’accertamento dell’effettiva disponibilità di fondi in capo alla Fondazione e non viceversa;
  • quali soci e sponsor privati partecipino al finanziamento delle attività culturali della Fondazione e quale sia l’entità dei loro rispettivi impegni economici;
  • se, in assenza di consistenti finanziamenti da parte di enti privati, ritengano che permanga l’utilità dello strumento della Fondazione Teatro al fine di gestire e programmare l’attività teatrale e culturale del Comune di Fano e non valutino invece più opportuno ricondurre tali competenze in seno all’Assessorato alla Cultura.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>