Nell’entroterra sacchetti per il pane contro la violenza sulle donne

di 

5 febbraio 2015

Sacchetti contro la violenza sulle donne

I sacchetti contro la violenza sulle donne

CAGLI – Sono ancora in distribuzione, fino ad esaurimento scorte, i sacchetti per il pane con la scritta “Per troppe donne la violenza è pane quotidiano”, legati alla campagna di sensibilizzazione promossa dall’associazione di volontariato “Olinda” di Cagli in collaborazione con il Centro antiviolenza provinciale “Parla con noi” (gestito dalla Provincia di Pesaro e Urbino), i Comuni di Cagli, Cantiano, Acqualagna, Serra Sant’Abbondio, Piobbico, Frontone e Apecchio e 35 esercizi commerciali, con il coinvolgimento dell’Ambito sociale 3 e del distretto sanitario Asur di Cagli.

Sacchetti antiviolenza

Sacchetti antiviolenza

L’iniziativa, svoltasi dal 26 al 31 gennaio dopo un affollato incontro di presentazione al Ridotto del Teatro di Cagli (con letture e testimonianze delle operatrici del Centro antiviolenza), ha contribuito alla riflessione sul problema, riportando nei sacchetti anche i riferimenti del Centro antiviolenza provinciale “Parla con noi”, con sede a Pesaro (telefono 0721.639014, numero nazionale 1522, mail parlaconnoi@provincia.ps.it).

Ringraziamo istituzioni ed esercizi commerciali – dice l’associazione Olinda – che hanno contribuito al successo della campagna. I sacchetti per il pane continueranno a diffondere il messaggio, facendo capire non solo che il problema esiste e va affrontato, ma anche che ci sono persone pronte ad aiutare le donne in difficoltà”.

Questi i negozi e panifici che diffondono i sacchetti: Acqualagna (panificio Domenicucci “Le delizie”; panificio Moretti “La briciola”; panificio Pagliardini; alimentari di Priska; mini market Ragni), Cagli (panificio Serrallegri Caterina&C snc; panifico forno a legna “Antichi sapori” di Serrallegri Yuri; panificio Ricci Roberto; panificio alimentari Lazzarini), Piobbico (supermercato EMI; supermercato CIeffe commerciale; panetteria “Gli antichi sapori”; alimentari Bernardini Aldo; “La bottega delle Bontà alimentari”; supermermercato Pryzybylak), Apecchio (“Centrospesa” di Collesi Ciro & C; “Centrospesa” di Smacchia Maurizio e Magnoni Tamara; forno “Antichi sapori” di Valenzuela Claudio & C; “Dini Market” di Lucia Dini; “Bondi Alimentari” di Bondi Manuela), Frontone (supermercato  “Issima”; supermercato Sma, panificio “Il Catria”; alimentari Orietta); Cantiano (Chiaserna forno k2; panificio “I Moretti” di Bartolucci; supermercato “Conad” e altre piccole realtà); Serra S.Abbondio (panificio “La Bottega del Pane” di Franco Martinelli;  alimentari “Sigma” di Viti Gabriele).

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>