Udc Fano: “Aspettiamo risposte concrete su decoro urbano, vivibilità dei Quartieri, Passeggi e Lungomare”

di 

5 febbraio 2015

Pierino Cecchi e Carmen Maglio*

Udc, Del Vecchio e Cecchi

Udc, Pierino Cecchi (a destra) con Del Vecchio

FANO – Decoro Urbano: quando sarà il prossimo tour del degrado del PD?

Dopo le promesse elettorali del 2014, i nuovi amministratori devono dare risposte concrete sul decoro urbano, sulla vivibilità dei quartieri, sul parco cittadino dei Passeggi, sulle zone del lungomare.

Sono passati ben 8 mesi della nuova amministrazione Seri, ma bisogna andare su Chi l’ha Visto per scovare l’assessore che gestisce il decoro della città?

Abbiamo capito che, per coprire l’incapacità nel portare avanti una gestione decente della città si lanciano progetti come quello del Parco dell’aeroporto, senza ancora avere la proprietà e soprattutto senza avere idea di come trovare le risorse per gestire 30 ettari di terreno a parco.

Mentre si sognano progetti sulla carta, il resto della città soffre, il degrado avanza, zone riportate fruibili ai cittadini, come il “Parco Urbano dei Passeggi”, in 8 mesi è tornato nella totale incuria, con ratti che girano indisturbati, in ritorno della delinquenza, la sporcizia ovunque, il verde all’abbandono. Attendiamo fiduciosi il nuovo tour del degrado del PD.

Nella zona Mare nessun intervento è stato realizzato, la tensostruttura del Lido è caduta ed è ancora in terra, i giardini, le aiuole sono indecenti. I progetti per la valorizzazione del Lido e della Sassonia non ci sono, Rio Crinaccio a Ponte Sasso con tutto il lungomare soffre ad ogni allarme maltempo senza un intervento risolutivo.

Il biglietto di ingresso della città, Porta maggiore e la zona Pincio in preda alle bande di spacciatori e delinquenti, senza segno di una manutenzione generale. Nei quartieri bisogna ringraziare le associazioni di volontariato che riescono a gestire al meglio i parchi e giardini periferici.

Le buche e le asfaltature, cuore delle promesse elettorali,  si sono tramutate in crateri pericolosi, in alcune strade periferiche si transita ai 10 all’ora per il pericolo presente.

I comitati di quartiere che potevano essere una modalità di gestione innovativa del decoro urbano è una iniziativa politica non attuata, visto che, l’assessore al Verde pubblico ha fatto emanare il bando per la gestione del verde cittadino per 2 anni, così come si è sempre fatto, ma così come ha mai funzionato al meglio, complimenti per l’innovazione.

*Segretario e vicesegretario UDC

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>