Formula 1, nei test a Jerez “domina” la Ferrari

di 

6 febbraio 2015

La Ferrari domina a sorpresa i primi test della stagione 2015, a Jerez de La Frontera. Da domenica a mercoledì scorso la SF15-T ed i suoi piloti Vettel e Raikkonen sono stati i protagonisti assoluti, salvo martedì “concesso” alla Sauber-Ferrari del giovane debuttante brasiliano Felipe Nasr.

Test a jerez

Test a jerez

Ha iniziato Vettel sempre al vertice nei primi due giorni, chiudendo entrambe le sessioni davanti a tutti, poi è stata la volta di Raikkonen, che con il 2° posto di martedì ed il 1° di mercoledì, ha completato il sorprendente en-plein di questo inizio stagione.

Come hanno dichiarato sia il nuovo Team Principal Maurizio Arrivabene che entrambi i piloti- bisogna stare con i piedi per terra, siamo solo all’inizio-, anche James Allison passato al ruolo di Direttore Tecnico, pur non nascondendo una certa soddisfazione, invita tutti a frenare l’entusiasmo nonostante, sempre parole di Allison, che il Team non è riuscito a provare tutte le soluzioni portate per questo primo test, concludendo che un quadro più completo sulle reali potenzialità della SF15-T lo si avrà dopo i test conclusivi di Barcellona e soprattutto nel primo G.P. di Melboune.

Intanto il popolo ferrarista si può “godere” questo parziale momento di gloria, soprattutto se confrontato con i test e la disastrosa stagione 2014. Non c’è dubbio comunque che la base di questo progetto, anche se nato sulle ceneri della fallimentare F14 T, presenta delle valide soluzioni in particolare nel pacchetto aerodinamico, molto probabilmente a Maranello si è ritrovato quello spirito di squadra importante al pari della tecnica per raggiungere quegli obbiettivi da anni ormai lontani.

Test Jerez Rai

Test Jerez Rai

La Mercedes rimane sempre la favorita, la “panzer division” di Stoccarda a Jerez si è un po’ “nascosta”, Hamilton pur non affondando e dedicandosi allo sviluppo di nuove soluzioni, ha comunque concluso 2° dietro Raikkonen. In ombra o forse guardinghe la Williams e la Red Bull, dedite anche loro allo sviluppo più che alla ricerca del tempo. Deludente almeno fin qui la McLaren-Honda, annunciata come un possibile spauracchio per la Mercedes, l’anglo-nipponica del “profugo” Alonso ha patito mille problemi di gioventù, salvata parzialmente dal 7° posto finale di Button. Bene la Lotus che completa l’” ipotetico” podio di Jerez con il 3° posto di Grosjean, sugli scudi anche la Sauber motorizzata Ferrari, il team svizzero nonostante sia sempre alle prese con problemi di budget, ha vissuto una giornata di gloria come detto con il giovane debuttante Nasr, primo assoluto martedì, ed anche l’altro giovane Ericsson si è distinto con un buon 5° posto finale.

Il risultato del “Campionato d’inverno”, come si sa non è mai veritiero, ognuno gira con la benzina che vuole, pressioni da gara, assetti estremi,sono solo alcuni degli elementi che rendono appunto parzialmente effimera questa classifica, per contro tornando in casa Ferrari, una nota “vera” c’è, ed è quella di aver intrapreso finalmente una strada giusta fatta di coesione,volontà e concentrazione per raggiungere il risultato,tanto che viene da pensare : sta a vedere che con la sua rivoluzione il non “proprio” popolare Sig. “pullover blu” Marchionne ha ragione? Lo sapremo a partire dal 15 Marzo a Melbourne.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>