Va a fuoco la palestra Mithos di Montecchio: s’indaga sull’origine del rogo. E’ dolo?

di 

7 febbraio 2015

Palestra Mithos di Montecchio

Palestra Mithos di Montecchio

MONTECCHIO – Fiamme nella notte montecchiese. Verso le 4.20 è arrivata la chiamata di alcuni vicini ai vigili del fuoco di Pesaro che sono dovuti intervenire in via XXV Aprile, alla palestra Mithos. Siamo a poche centinaia di metri dal centro del paese e dalla chiesa, vicino all’azienda Grassetti dove pochi mesi fa è morto il titolare in un rogo, e vicino alla Vagnini Mobili che era stata interessata da un rogo qualche tempo fa.

I 400 metri quadrati del capannone che ospita la Mithos sono stati resi inagibili. Si sta procedendo alla conta dei danni, ma ovviamente l’impianto elettrico è fuori uso al pari di diversi macchinari. Interessati, parzialmente, anche i locali attigui di altre attività.

Si sta indagando sulle cause del rogo, che è divampato nella sala d’aspetto e nell’ufficio, intaccando solo parzialmente la sala pesi. L’allarme è stato dato da uno dei residenti della zona. Al momento non si esclude nessuna ipotesi, nemmeno quella del dolo, dopo che nei mesi scorsi l’attività era stata al centro di alcune denunce private. Gli inquirenti stanno lavorando su una precisa traccia:  l’incendio della Mercedes di Giovanni Ugolini, ex presidente dell’associazione che ha avuto in gestione la palestra (ora è gestita da una nuova figura nominata dal giudice), avvenuto pochi giorni fa. Difficile che si sia trattato solo di casualità: auto e poi palestra? Tutto assomiglia più a un avvertimento.

Ricordiamo che nella zona, nei mesi scorsi, sono andate a fuoco la ditta Grassetti e l’azienda Vagnini.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>