Bonvini a un passo dall’esonero: lunedì il comunicato della società. Soluzione interna per il dopo?

di 

8 febbraio 2015

PESARO – “Se avessimo giocato sempre come oggi non avremmo questi problemi di classfica. Bonvini? Ne parliamo stasera e domani (lunedì, ndr) saprete tutto tramite un comunicato stampa”. Così il presidente Claudio Pandolfi, unico vissino a presentarsi in sala stampa dopo l’ennesima sconfitta subita dai pesaresi in questo campionato e oggi ultimi in classifica. Inutile girarci intorno: manca l’ufficialità ma Ferruccio Bonvini è praticamente esonerato. Almeno questo si deduce dai comportamenti e dagli umori del dopo partita di Jesi. Dopo la sconfitta maturata in casa, 15 giorni fa, contro la Fermana non è arrivato l’atteso cambio di marcia. Un cambio di marcia che, prima di tutto, in questa situazione, doveva produrre punti. Invece sul piano della prestazione c’è stato un miglioramento anche se, l’ormai solita espulsione (Brighi), l’episodio del cambio di Evacuo (entrato al 9′ st e sostituito al 27′ st) con l’esordiente assoluto Rosati, fanno capire che la squadra evidentemente non riesce ad avere sangue freddo e ad assimilare fino in fondo i dettami del tecnico toscano. Anche se va ricordato che Evacuo è e resta un ’96 alla prima stagione vera. “Assurdi tutti questi cartellini – ha rimarcato Pandolfi – Evacuo? Avete visto tutti: ha toccato 3 palloni e ne ha persi 4″. Se arriverà l’esonero di Bonvini, mai come oggi vicino, la Vis per le ultime partite di campionato avrà due strade: o quella interna, con il sanguigno Bebo Angelini e Cicerchia in pole position, oppure ricorrere a qualche vecchia volpe del calcio locale come Ceccarini, uno che l’anno scorso aveva fatto molto bene in Eccellenza con una squadra molto giovane.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>