Figc, i tesserati gestiti dalla Delegazione di Pesaro sono in crescita

di 

10 febbraio 2015

Riunione Figc

Riunione Figc

PESARO – Si è svolta presso la rinnovata dala riunioni della sede della Delegazione Provinciale della Federazione Italiana Giuoco Calcio di Pesaro l’annuale riunione delle società calcistiche che partecipano ai campionati che vanno dall’Eccellenza all’Attività di Base.

Di fronte ad una platea composta da 76 società su 136, in rappresentanza di tutto il movimento calcistico pesarese, è stato il delegato Pasquale Mormile a fare gli onori di casa, coadiuvato da tutto il suo staff organizzativo. Mormile ha evidenziato come, in linea di massima, anche quest’anno le squadre gestite dalla Delegazione pesarese siano di un numero assai considerevole, ovvero 296, suddivise tra campionati di Terza categoria, calcio A5, Juniores, Allievi, Giovanissimi, Esordienti e Pulcini, con un incremento di tesserati che supera le 800 unità rispetto alla stagione 2013-2014. Il Delegato Mormile ha poi illustrato con dei grafici il comportamento di calciatori, tecnici e dirigenti, riscontrando che rispetto all’anno scorso il numero dei provvedimenti è rimasto all’incirca lo stesso, benchè le gare siano notevolmente aumentate (come ad esempio nel caso del campionato di Terza categoria, che quest’anno è costituito da ben tre gironi). Mormile si è poi rivolto ai dirigenti presenti, invitandoli a rispettare il regolamento, sia per quanto riguarda l’atteggiamento in campo che per le richieste che presentano alla Delegazione, come nel caso dei rinvii per il maltempo (solo in caso di neve la gara può essere rinviata, per pioggia sarà l’arbitro a prendere la decisione). Mormile, inoltre, si è soffermato sull’ottima collaborazione con il Comitato Regionale Marche e con la sezione arbitrale del Presidente Luca Foscoli, grazie ad una sinergia pronta a coprire tutte le partite che si svolgono sulla vasta provincia pesarese.

E’ intervenuto poi il Delegato provinciale del CONI Alberto Paccapelo, ha ripreso i dati illustrati da Mormile riguardanti i provvedimenti a carico di calciatori, tecnici e dirigenti evidenziando con soddisfazione come essi siano diminuiti rispetto alla passata stagione, ed ha invitato le società a fare sempre meglio.

Gustavo Malascorta, presidente della sezione AIA del Comitato Regionale Marche, ha invece puntualizzato che l’arbitro è un uomo e pertanto può sbagliare, ma se viene aiutato dal corretto comportamento di chi siede in panchina, può sicuramente svolgere un lavoro migliore.

Successivamente ha preso la parola Giammario Schippa, presidente della Commissione Disciplinare Territoriale Marche, che ha illustrato le nuove disposizioni entrate in vigore dal 1 gennaio 2015, inerenti casi di condotta violenta ai danni degli Ufficiali di gara.

E proprio contro ogni forma di violenza si è schierato il presidente del Comitato Regionale Marche Paolo Cellini, che ha sottolineato come sia importante dare il buon esempio ai ragazzi che militano in ciascuna società, dal momento che l’ambiente sportivo ha una notevole influenza nel determinare le personalità di coloro che saranno gli adulti di domani, ancora più di scuola e famiglia. Il presidente ha poi manifestato la sua soddisfazione nei confronti della realtà calcistica marchigiana che, nonostante la crisi economica, ha saputo eguagliare i numeri dell’anno scorso. Infatti le società che non si sono iscritte sono davvero poche e le Marche possono ancora vantarsi di essere tra le regioni italiane con il maggior numero di società in proporzione al numero di abitanti.

La riunione è poi terminata con un sincero e corretto dibattito tra le società e le dirigenze FIGC. Numerosi dirigenti hanno sfruttato il momento per esporre le proprie difficoltà nella gestione delle società, sia a livello economico che logistico, e per chiarire eventuali dubbi di carattere generale. A conclusione della riunione, tutti i presenti si sono deliziati con il ricco buffet organizzato dal catering di Patrizio Borchia della paninoteca Harnold’s di Pesaro.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>