Benedizione negata a scuola, D’Orazio (M5S) risponde alla Meloni: “L’amministrazione non conta, s’informi prima di parlare”

di 

13 febbraio 2015

Marco D'Orazio, portavoce 5 Stelle Montelabbate

Marco D’Orazio, portavoce 5 Stelle Montelabbate

MONTELABBATE – In merito alle esternazioni di Giorgia Meloni sulla mancata benedizione pasquale in una scuola di Montelabbate (rileggi qua), interviene Marco D’Orazio, portavoce del Movimento 5 Stelle del Comune.

“La nuova preside del plesso di Montelabbate – scrive – ha fatto riferimento ad una circolare ministeriale, applicandola in maniera forse un po’ restrittiva, dato che le altre scuole la interpretano in maniera diversa (o forse per il quieto vivere non la applicano). A detta della preside stessa, anche nella precedente scuola, credo a Gubbio, si era comportata allo stesso modo, ricevendo sempre un sacco di critiche. Di certo non è una che va in cerca di articoli di giornale, ma si comporta in maniera sempre molto scrupolosa nell’applicazione delle norme. In questo caso ha permesso che la benedizione si potesse fare solo al termine delle lezioni: chi vuole può rimanere, chi non è interessato può andare a casa. Le altre scuole comunicano l’orario della benedizione e chi non è interessato o sta a casa per l’intera giornata o esce dall’aula durante il rito”.

“Dottoressa Meloni – conclude D’Orazio – la sua esternazione riguarda un’intervista al parroco di Montelabbate rilasciata al “Nuovo amico” alla quale lei si indigna… è chiaro che il suo obiettivo è quello di attaccare la nostra amministrazione a 5 Stelle (anche se lei non lo dice). Le rammento, cara Meloni, che è una decisione presa dalla Direzione didattica della scuola, che nulla ha a che fare con l’amministrazione. S’informi prima di scrivere cose del genere”. Firmato Marco D’Orazio, portavoce del Movimento 5 Stelle del Comune di Montelabbate.

2 Commenti to “Benedizione negata a scuola, D’Orazio (M5S) risponde alla Meloni: “L’amministrazione non conta, s’informi prima di parlare””

  1. andy scrive:

    Dopo l’intervento di Giorgia Meloni sulla pagina Fb, ripreso da pu24.it.

    Lei sa leggere, D’Orazio? Dove vede “l’obiettivo di attaccare” la vostra amministrazione? La Meloni ce l’ha con tutti i casi come questi, e ha ragione, indipendentemente da chi c’è dietro. Non si tratta di religione, ma di tradizioni e di voler abdicare ai nostri retaggi culturali a favore di quelli altrui. Dovreste essere anche voi in prima fila in tutto ciò, e invece…

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>