Hattrick-Perisic: PesaroFano batte Forlì 7 a 1 e avvicina la vetta

di 

15 febbraio 2015

Un primo tempo da favola, una vittoria autoritaria, una classifica da sogno. Prosegue il buon momento dell’Italservice PesaroFano che centra la terza vittoria consecutiva imponendosi per 7 a 1 sul Forlì al termine di una prestazione praticamente senza sbavature.

Il grande ex era senza dubbio Diego Moretti, mentre il grande protagonista della gara è stato Perisic, il croato di solito più bravo a interrompere, smistare e suggerire, questa volta invece fenomenale in zona gol: tripletta per lui, la prima da quando indossa la maglia biancorossogranata.

Il numero 4 del PesaroFano dimostra subito che il recente infortunio al piede è dimenticato: dopo 65 secondi è lui a sbloccare la situazione, dopo altri 43” è ancora lui a mettere la gara in discesa. Due gol messi a segno facendo leva su una squadra che sin dal calcio d’avvio ha confermato di essere vicina alla sua migliore forma, giocando ad alto ritmo e mettendo in grossa difficoltà la fase difensiva di mister Matteucci. Capitan Tonidandel al 7′ cala il tris, trovando il 20° gol personale in campionato (quarto miglior realizzatore del girone A), mentre Matosevic al 12′ firma il 4 a 0. Il Forlì non riesce quasi mai ad affacciarsi dalle parti di Moretti, mentre i ragazzi di Osimani continuano a “pedalare”. Il quinto gol che di fatto chiude la pratica è di Jelavic, a cui la gioia personale mancava dopo alcune settimane.

Persic esulta

Persic esulta

Da lì in poi la gara è un’altra. Il PesaroFano cerca di amministrare la palla. Entrano in campo gli under Cuomo e D’Angelo che mettono sulle gambe altri minuti di A2 e danno respiro ai compagni più utilizzati. A proposito di giovani: in panchina c’era anche il portierino dai piedi buoni Gennari, un altro piccolo ma importante passo in avanti in chiave giovani.

Nella ripresa la gara vive di fiammate. Pietrobom all’8′ accorcia premiando la caparbietà della sua squadra, nel finale hattrick personale di Perisic, doppietta individuale di Matosevic (e sono tre consecutive per lui) e tabellone che al suono della sirena, fra gli applausi del PalaFiera, segna il 7 a 1 definitivo.

Si tratta della terza vittoria consecutiva per l’Italservice PesaroFano, ed è un’affermazione particolarmente significativa per i sognatori: col contemporaneo pareggio dell’Orte (2-2 col Montesilvano), la vetta è tornata distante solo 6 punti, con la capolista che però deve ancora scontare il turno di riposo. Tradotto significa: se il PesaroFano fosse capace di vincere tutte e 7 le prossime e ultime gare, sarebbe matematicamente in serie A. Preferite volare “basso”? Ok: se il PesaroFano vince una sola altra partita, è già matematicamente ai playoff. Anche quelli mettono in palio la promozione in mAssima serie. Come la mettiamo, la mettiamo…

Ipotesi a parte, di certo c’è che ora il gioco si fa molto, molto duro: sabato Tonidandel e compagni faranno visita al Montesilvano, mentre la settimana successiva al PalaFiera ci sarà l’ormai classica di A2 col Cagliari. A proposito: contro i sardi si giocherà di venerdì sera (27 Febbraio) alle ore 21.00. Dopodiché mente e gambe rivolte alle finali di Coppa Italia di A2 che, ora è ufficiale, si giocheranno a Villorba dal 6 all’8 marzo, organizzate dal Came Dosson.

Tabellino ITALSERVICE PESAROFANO-AT.ED.2 FORLÌ 7-1 (5-0 p.t.)

ITALSERVICE PESAROFANO: Moretti, Perišić, Tonidandel, Jelavić, Lamedica, D’Angelo, Cefariello, Bonci, Cuomo, Ganzetti, Matosevic, Gennari. All. Osimani

AT.ED.2 FORLÌ: Bianchi, Salles, Cangini Greggi, Favetti, Mazocco, Amoruso, Migliori, Paixao, Mirenda, Pietrobom, Casetti. All. Matteucci

ARBITRI: Leonforte (Vicenza), Bizzotto (Castelfranco Veneto) CR: Suelotto (Bassano del Grappa)

MARCATORI: 1’05’’ p.t. e 1’48’’ Perišić (PF), 7’23’’ Tonidandel (PF), 12’20’’ Matosevic (PF), 12’50’’ Jelavić (PF); 28’22’’ Pietrobom (F), 37’30’’ Perišić (PF), 39’20’’ Matosevic (PF)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>