Dipinto di Isabella d’Este, “Bibi” Cecchini da Magalli pensa al risarcimento danni

di 

17 febbraio 2015

Il capolavoro ritrovato

Il capolavoro ritrovato

“Come essere in lutto”. Una frase per dipingere in maniera eloquente quello che, a suo dire, sta passando. Emidia Bibi Cecchini, 70 anni, al centro della vicenda giudiziaria sul ritratto di Isabella d’Este attribuito a Leonardo da Vinci, ospite ieri del programma Rai “I Fatti Vostri” di Magalli, ha annunciato tramite il legale Achille Castagnini la richiesta del dissequestro del quadro e la garanzia che rimanga in Svizzera accompagnate, forse, dalla richiesta di risarcimento danni per la trattativa da 40 milioni di euro saltata. Domani si presenterà davanti al Pm di Pesaro. Emidia Cecchini è indagata dalla Procura di Pesaro con l’accusa di associazione per delinquere finalizzata all’esportazione illegale di opere d’arte dall’Italia all’estero, con l’avvocato fanese Sergio Shawo, ritenuto promotore e organizzatore del traffico di dipinti, due poliziotti della Questura di Pesaro, Mario Seri e Gabriele Bonazza, e due mercanti d’arte, Mirella Setzu e Angela Tomasoni.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>