Intascava i soldi di biglietti aerei “fantasma”: nei guai una 45enne residente nel Pesarese

di 

17 febbraio 2015

PESARO – Incassava soldi per biglietti aerei fantasma. Truffa ai danni delle agenzie di viaggi di mezza Italia. Nei guai una 45enne pugliese da tempo residente nella provincia di Pesaro e Urbino, che vendeva per conto delle agenzie dei biglietti aerei senza versare il corrispettivo. Agenzie che però erano costrette a pagare quanto dovuto alle compagnie aeree.

La truffa è stata scoperta dalla sezione di polizia tributaria della Guardia di finanza di Terni. I finanzieri hanno scoperto che la donna si presentava alle agenzie fornendo generalità e credenziali bancarie false, millantando la possibilità di vendere decine di biglietti aerei per destinazioni internazionali. Una volta ottenuta la fiducia dei titolari delle agenzie, la donna cedeva i biglietti emessi a prezzi concorrenziali ma il corrispettivo, una volta incassato, spariva nel nulla. Le agenzie, quindi, non incassavano i soldi pur dovendo comunque corrispondere il costo del biglietto al tour operator di riferimento.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>