Carnevale di Fano da ricordare: fino a lunedì si può partecipare al concorso fotografico. In giuria Tano D’Amico

di 

19 febbraio 2015

Tano D'Amico (foto Luciano Serafini)

Tano D’Amico (foto Luciano Serafini)

FANO – Conclusa la festa, rimangono le emozioni: il Carnevale di Fano vive ancora nelle migliaia di fotografie scattate con ogni mezzo dai suoi fan. Forse, centinaia di migliaia: potere del digitale ma anche di una passione sempre più diffusa, tra aspiranti artisti o come hobby per semplici amatori.

Così lunedì 23 febbraio scadrà il termine per iscriversi al “Concorso fotografico nazionale del Carnevale di Fano / Riti, costumi e immaginario”.

Gratuita e rivolta a tutti, e promosso con la collaborazione dell’associazione Centrale Fotografia, l’iniziativa vuole sottrarre all’oblio le tante immagini scattate durante la manifestazione e valorizzare il talento di chi, magari senza nemmeno pensarci, ha “rubato” in modo originale un istante della festa. Sono validi tutti gli strumenti tecnologici a disposizione del terzo millennio (macchine automatiche, reflex, smartphone e tablet). E’ sufficiente selezionare e inviare entro lunedì 23 le proprie fotografie con la scheda di partecipazione all’indirizzo email:  concorso@carnevaledifano.eu. La scheda e il regolamento completo sono scaricabili dai siti www.carnevaledifano.eu e www.centralefotografia.com.

In palio, per i tre migliori scatti: un soggiorno per due persone per un weekend di due notti nelle strutture italiane convenzionate con l’agenzia di viaggi Tuqui Tour (1° premio); una cena gourmet per due persone al ristorante ‘Alla Lanterna’ di Metaurilia di Fano (2° premio); un cofanetto di libri fotografici offerto da Libreria Mondadori di Fano (3° premio).

Alla serata di premiazione, in programma venerdì 6 marzo alle ore 21 nel Foyer del Teatro della Fortuna, sarà presente il fotoreporter di fama internazionale Tano D’Amico, per esprimere con sincerità e competenza unica, i suoi pensieri sulle fotografie del concorso.

Il concorso vuole stimolare una riflessione sul ruolo sociale del carnevale più antico d’Italia, per capire attraverso la rapidità e l’inquadratura del linguaggio fotografico, se nelle sfilate carnevalesche, oltre agli aspetti ludici e folcloristici più evidenti, esiste il rito collettivo dello stare assieme, per condividere attimi fugaci di gioia e per dimenticare le preoccupazioni della vita. I fotografi potranno rappresentare fotograficamente qualsiasi aspetto del carnevale, in modo personale e originale, sviluppando una riflessione sui significati e simboli della festa popolare.

E’ un concorso che darà a Fano e ai suoi partecipanti un rilevo nazionale, perché ogni anno sarà presidente di giuria un importante fotografo di rilievo internazionale. In questa edizione il mentore della giuria sarà Tano D’Amico, giornalista e fotoreporter, siciliano di nascita e romano di adozione. Collabora da anni con il Manifesto e La Repubblica, ha realizzato reportage su carceri, manicomi, rom, e ha documentato le manifestazioni di piazza a partire dagli anni ’60. Giudicherà con sensibilità e competenza uniche, le immagini che arriveranno.

L’immagine simbolo del concorso fotografico è di Paolo Talevi, tratta dal libro dedicato al Carnevale di Fano, dal titolo: “Alla sera una schera di netturbini ramazza il viale”, edizioni Nuove Carte, del 1981.

Info ulteriori su www.carnevaledifano.eu.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>