La choc-terapia di Ricci: “Con la detassazione locale via anche l’Irap per tre anni”

di 

20 febbraio 2015

PESARO – «Siamo stati una delle realtà più manifatturiere d’Europa, oggi abbiamo un sacco di capannoni da riempire. Questa è la foto. Nelle Marche si investe ancora troppo poco in innovazione: è necessario fare un passo in avanti». Lo ha detto Matteo Ricci, intervenendo all’iniziativa ‘Le Marche eccellenti’, organizzata al Cruiser da Cna Marche per premiare le imprese più innovative della Regione (di cui dieci della provincia di Pesaro e Urbino, ndr). «Cosa si può fare? Costruire un nuovo rapporto Comuni-Regione, per attrarre investimenti e sostenere la tendenza all’imprenditorialità, che è comunque rimasta».

Marche Eccellenti, il discorso di Ricci

Marche Eccellenti, il discorso di Ricci

Il sindaco di Pesaro ha lanciato la proposta: «Concentriamoci sulla defiscalizzazione locale. A Pesaro abbiamo tolto le tasse comunali per tre anni a chi apre un’impresa. A questo si potrebbe abbinare, per lo stesso periodo, la parte relativa all’Irap regionale. Sarebbe una prospettiva che collocherebbe le Marche ai primi posti in Italia come appeal per investimenti e sostegno alle nuove imprese». L’impatto sui bilanci degli enti, ha aggiunto Ricci, «sarebbe sostenibile. Se ci concentrassimo sulla diminuzione fiscale verso tutte le imprese ci sarebbero chiaramente difficoltà. Ma così, per tre anni e sulle nuove attività, la proposta è pienamente fattibile. Sarebbe anche un investimento sui futuri contribuenti. Allarghiamo la sinergia con la Regione». L’altro fronte è «orientare più risorse dei fondi europei su ricerca e digitalizzazione. Serve uno sforzo maggiore», ha concluso.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>