La raccolta differenziata? Vi aiuta Green App. L’idea di uno studente diventa realtà grazie a Confcommercio

di 

20 febbraio 2015

PESARO – Semplice e intuitiva come tutte le migliori idee. Semplice e intuitiva  come tutte le migliori iniziative. Questa è “Green App“, l’ultima applicazione per smartphone, tablet e computer, partorita dal concorso “GarApp” ideato nel 2012 da Confcommercio, tramite Terziario Donna, e Lega Ambiente “Il Ragusello” coinvolgendo i ragazzi delle scuole superiori della nostra provincia. Come? GarApp chiedeva agli studenti l’ideazione e progettazione di applicazione legate a tre temi specifici: turismo, cultura, ambiente. Green App è la terza e ultima idea, dopo le applicazioni già attive e dedicate a Gioachino Rossini e alla Bioedlizia,  nata così, all’interno di questo percorso, con l’intento preciso questa volta di migliorare la gestione domestica della raccolta differenziata.

E la carta da forno dove la butto? Dove sono i centri di raccolta? In che giorni passa la raccolta? Con click avrete tutte le risposte…

A idearla è stato un ragazzo di Cartoceto, Lorenzo Rondina, allora studente del liceo classico di Fano e oggi universitario nel corso di Lingue Orientali a Pesaro Studi. Perché nel frattempo, tra concorso e realizzazione, sono passati 3 anni. “Come è nata l’idea? Guardano i problemi che ci circondano – ha spiegato in vivavoce tramite smartphone, visto il suo stato influenzale: quasi un segno del destino… –  a partire dalla ricerca dei punti di raccolta per i conferimenti, il genere di materiale per fare una corretta differenziata. Serviva qualcosa di intuitivo”.

La conferenza di presentazione

La conferenza di presentazione

La sua idea è selezionata, come le altre due applicazioni, da una commissione che comprendeva anche Sara Muratori e Patrizia Caimi e poi sviluppata tecnicamente dallo studio Webtags. “I-Rossini – ha spiegato il direttore di Confcommercio Amerigo Varotti – è legata alla figura di Rossini a tutto tondo, quella sulla bioedilizia invece aiuta sulla manutenzione e sostenibilità delle abitazioni ed è stata realizzata in collaborazione con bioarchitetti di Pesaro. Questa invece è stata sviluppata grazie a Marche Multiservizi, con il sostegno Camera di Commercio, ed è legata all’ambiente e alla raccolta differenziata. L’applicazione per smartphone è stata realizzata grazie alle informazioni date da Marchemultiservizi sulla raccolta e smistamento. Tutto questo rientra nelle finalità di Confcommercio: valorizzare territorio, la gastronomia, la tutela dell0ambiente. E’ una grande fortuna avere Marchemultiservizi, un’azienda che ha investito tanto per verde, acqua e recupero del territorio. Per questo noi non abbiamo problemi che ha per esempio Rimini…”

GarApp è stata, nel  suo genere, un’iniziativa pionieristica per l’Italia. Green App, già attiva, reperibile digitando “Green App Confcommercio”, con sistema operativo Ios (per i-phone), si sviluppa su quattro specifiche aree: “C’è l’ecomappa che sfrutta la geolocalizzazione, con informazioni sui punti di raccolta e sportelli utili per indirizzo, nome azienda e nominalmente – ha spiegato Lorenzo Vimini, responsabile tecnico di Webtags -. Poi c’è l’agenda del riciclo, promemoria e dizionario del riciclo. L’utente riceva una guida passo passo verso il centro raccolta che sta cercando. Si può caricare il calendario personalizato con avvisi rispetto la raccolta di un determinato tipo. Il dizionario invece serve per capire ogni singola categoria di conferimento, quali prodotti, quali centri, dove andare… E’ un sistema visuale basato su icone per capire subito quale tipologia di rifiuto stiamo cercando. Inoltre il sistema ha i-cloud: tutto si condivide sui vari supporti”.

La presentazione di Green Appa

La presentazione di Green Appa

Sara Muratori: “E’ stato un concorso pionieristico: una sfida raccolta molto bene dai giovani. Infatti c’è stata la proposta di organizzarla a livello nazionale. L’applicazione sui rifiuti è in condivisione con Marche Multiservizi, ed è utile per capire i beni i materiali, dove buttarli e arrivare così anche a migliorare la qualità della raccolta”.

TIVIROLI: “ABBIAMO IL 91% DI RIUTILIZZO, E’ QUELLO IL DATO CHE CONTA”

Mauro Tiviroli, Marchemultiservizi: “Grazie a Confcommercio e Legambiente per averci coinvolto. E’ importante il riuso dei rifiuti, è importante la percentuale dell’effettivo riuso dei rifiuti. Quella è la percentuale da tenere come riferimento: il riutilizzo in un ciclo produttivo. Non quantità ma qualità. E questo strumento, questa applicazione, può aiutare nei più giovani. Marchemultiservi dà conto a tutti, cittadini e istituzione, sull’effettivo riutilizzo della raccolta differenziata. Abbiamo presentato già il terzo report: abbiamo il 91% di riutilizzo. Siamo performanti: il 55% della raccolta differenziata media sul nostro territorio ha il 91% di riutilizzato. Quindi il 45% è già a riuso. L’Unione europea dice di arrivare al 50% per il 2020, sempre il riuso. Ci siamo quasi.

 

Tiviroli ha anche allargato lo sguardo ai prossimi investimenti di Marchemultiservizi: “Ci sarà il completamento della fognatura di Pesaro (dal centro storico al depuratore, ndr) e potenzieremo il depuratore per un investimento di 10 milioni di euro. Facciamo utili? Nel 2003 Marchemiltiservizi investiva 2 milioni all’anno, ora da circa 10 anni investiamo 16 milioni di euro sul nostro territorio. Siamo un’azienda solida, lo possiamo fare. Possiamo sostenere in continuità investimenti”.

VAROTTI: “Ambiente, cultura e turismo”

Varotti ha tracciato la linea: “L’obiettivo è sempre di più lavorare insieme, perché diminuiscono le risorse. Così si possono ottimizzare e, lavorando insieme, guardare tutti oltre la siepe. Questa idea è nata dalle donne imprenditrici: Confcommercio ha un progetto di cambiamento dietro dell’economia del territorio che punta su ambiente, cultura e turismo. Con Marchemultiservizi lavoreremo presto insieme per il recupero degli olii esausti di ristorazione e alberghi”.

IL VIDEO con Sara Muratori: per vedere l’intervista a Sara Muratori clicca su https://www.facebook.com/pages/PU24IT/147307965347856

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>