Arrigoni, Fratelli d’Italia-An: “Banchetti politici in piazza del Popolo solo se del PD?”

di 

22 febbraio 2015

Fabio Arrigoni*

Sabato 21 febbraio siamo rimasti sorpresi da un fatto che ha una certa rilevanza politica e che denota un quadro a tinte molto fosche per la nostra città.

Banchetto PD in piazza del Popolo

Banchetto PD in piazza del Popolo

Dopo pranzo, per chi transitava da Piazza del Popolo nel cuore della nostra città, era impossibile non notare a pochi passi dalla fontana un banchetto del Partito Democratico che promuoveva la campagna elettorale di Luca Ceriscioli candidato governatore delle Marche. la domanda che ci sovviene è come questo sia stato possibile, dato che il suolo di Piazza del Popolo è stato ripetutamente negato ad associazioni onlus apartitiche che promuovevano iniziative benefiche, e ad altri movimenti/partiti politici.
Nella campagna elettorale per le amministrative, tra i tanti, anche noi abbiamo chiesto le autorizzazioni per poter promuovere il nostro materiale informativo o le nostre raccolte di firme su iniziative importanti, ma il permesso ci è sempre stato negato ripetutamente dirottandoci in P.le Collenuccio o al Portale San Domenico, poiché ci era stato detto che “il suolo di Piazza del Popolo non poteva essere concesso per nessuna iniziativa politica.”
Il Partito Democratico con tanto di bandiere del Partito e di manifesti elettorali del candidato Ceriscioli sabato pomeriggio non stava forse promuovendo attività politica? Se come ci era stato detto negandoci le autorizzazioni, il regolamento comunale prevedeva il divieto della concessione di Piazza del Popolo a fini politici, qualcuno ha infranto le regole. E se qualcuno ha infranto le regole noi pretendiamo di conoscere il nome di chi ha violato le regole e la severa sanzione che gli sarà comminata al pari di quella in cui sarebbe incorso qualunque NORMALE CITTADINO non iscritto al Partito Democratico. Inoltre riteniamo che in virtù della violazione sia sanzionato anche il partito Democratico di Pesaro. Sempre tornando alla scorsa campagna elettorale per le amministrative, nonostante avessimo le autorizzazioni del comune e della questura per stare al portale San Domenico, il partito democratico cercò di imporci uno spostamento perchè in piazza si sarebbe tenuto il comizio di Matteo Renzi a sostegno di Matteo Ricci Sindaco. L’operazione non riuscì perché la coalizione di centrodestra aveva le autorizzazioni concesse addirittura un mese prima dal comune di Pesaro stesso, e dalla questura.
Deve finire questo nausebondo sistema di potere per il quale a qualcuno è concesso di poter fare tutto con arroganza e irriverenza, mentre altri non allineati vengono oscurati e imbavagliati con una prepotenza e una violenza nascosta inaudita.

Questo è l’ennesimo atto antidemocratico del governo della nostra città, e del Partito Democratico Padre Padrone di comune, Provincia e regione.

*Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale  Pesaro

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>