Niente da fare per la Zeta System: Urbino va ko anche con Piacenza. Le FOTO di Ceccarini

di 

22 febbraio 2015

ZETA SYSTEM URBINO – REBECCHI NORDMECCANICA PIACENZA 0-3
ZETA SYSTEM URBINO: Santini 13, Leggs 8, Fresco 11,Lestini 6,  Walker 4Agostinetto 2   Bruno (L) , Vujko, Giacomel, Zecchin 1 n.e.:  Spelman, All. De Brandt
REBECCHI NORDMECCANICA PIACENZASorokaite 10,  Leggeri 9, Van Hecke 12, Di Iulio  8, Wilson 13, Dirickx 3, Cardullo (L),  Valeriano,Caracuta, Kozuch  N.e.: Poggi  Borgogno, Angeloni. All. Gaspari
ARBITRI: Saltalippi e Luciani
PARZIALI: 24-26, 20-25, 16-25)
NOTE: spettatori  562. Incasso 924 Durata set: 32’, 31’, 26  tot. 89’. Zeta System Urbino: battute sbagliate 6, vincenti 2, muri 11, 2ª linea 7, errori 15  Rebecchi Nordmeccanica PC: b.s. 3 b.v. 3 muri  11  2ª linea 12,  e. 18

URBINO – Incontro importante per le aquile ducali che devono lottare, palla su palla, domenica dopo domenica, per rimanere il più possibile in corsa per la permanenza nella massima serie. Gli eventi della Zeta System non giocano a favore della lotta per la salvezza, infatti proprio nel corse della settimana appena trascorsa il tecnico De Brandt si è trovato a dover fare a meno di Hailey Spelamn, attaccante opposta, statunitense, a causa di un infortunio accorso alla caviglia destra.

Formazione ‘costretta’ per il tecnico De Brandt, mentre a Piacenza le campionesse d’Italia cercano di fare del proprio meglio per non lasciare strada alle padrone di casa della Zeta System. Il primo parziale procede sulla linea equilibrata dove Urbino non vuole lasciare andare avanti troppo le ospiti emiliane. Il tecnico De Brandt continua ad alternare le proprie giocatrici in fase di battuta, per disorientare la ricezione emiliana, la palleggiatrice Dirickx cerca Van Hecke sul 13 – 18. Urbino non vuole lascare la presa e riesce ad allungar eil primo set fino ai vantaggi. Il servizio di Piacenza poi permette la chiusura del set e il cambio di campo.

 Il secondo set parte similmente al precedente, poi però il valore dell’attacco di Piacenza si fa sentire ed Urbino può poco. Il time out tecnico Urbino è sotto 6 – 12. Urbino riesca a fatica ad arginare la dirompente forza delle ex Di Iulio e Van Hecke, che salgono letteralmente in cattedra, grazie alla distribuzione di gioco di Dirickx. Lestni e Santini ci credono, il tecnico de Brandt alterna ttte le giocatrici a propria disposizione, soprattutto al servizio, per mettere in difficoltà la ricezione di una super Cardullo. Santini riesce a chiudere il 16 – 21, Urbino deve crederci, ma Piacenza chiude grazie a Sorokaite. Urbino rimaneggiata che comunque mette in mostra un buon carattere e orgoglio.

Terzo set altalenante per la Rebecchi, che non vuole chiudere facilmente l’incontro, grazie anche alla determinazione della Zeta System. Il tecnico Gaspari, dopo una serie di errori gratuiti, è costretto anche  chiamare fuori Sorokaite. Poi Wilson, a Piacenza, al servizio, mette in difficoltà la ricezione feltresca. Anche il terzo set è per le campionesse d’Italia. Un applauso va comunque alle padrone di casa

M. Novella Ferri

LE FOTO DI ANDREA CECCARINI

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>