Che peccato PesaroFano: avanti fino al 31′, Montesilvano mette il turbo nel finale e vince 3-1

di 

23 febbraio 2015

Italservice PesaroFano: Jelavic lotta, Moretti sullo sfondo

Italservice PesaroFano: Jelavic lotta, Moretti sullo sfondo

MONTESILVANO (Pescara) – Un ottimo PesaroFano deve abdicare a Montesilvano: al PalaRoma vinco gli abruzzesi 3-1. Gli ultimi 9 minuti sono stati fatali. Dopo tre quarti di gara quasi perfetta, con i ragazzi di mister Osimani in vantaggio grazie al gol di Jelaivc – abile a finalizzare con il sinistro un rapido contropiede avviato dal duo Lamedica-Tonidandel – gli abruzzesi nel segmento conclusivo del match hanno fatto leva soprattutto sulla maggiore ampiezza di rotazioni, quindi sulla maggiore freschezza, e trovato il sorpasso grazie ai centri di Rosa (in contropiede) e Bordignon (destro terrificante). A quel punto per rimediare Tonidandel e compagni hanno provato ad attaccare col portiere di movimento, ma la mossa negli ultimi 150 secondi di gara non ha pagato e a 3 secondi dal gong ancora Bordignon ha potuto siglare a porta sguarnita il punto del definitivo 3-1.

Peccato, perché era una partita bivio per il PesaroFano. D’altronde però il Montesilvano di mister Ricci dopo il mercato invernale è oggettivamente divenuta una delle formazioni più forti del torneo (se non la più forte al pari dell’Orte) e contro i rossiniani l’ha dimostrato. Onore e merito agli avversari dunque, ma anche al PesaroFano che senza lo squalificato Perisic (la sua assenza ovviamente si è fatta sentire, sia in termini di qualità che di quantità) ha dato tutto quello che ha potuto, ma alla fine con le energie in riserva ha commesso qualche errorino che – contro uno squadrone del genere – è stato pagato caro.

L’analisi della gara è ben racchiusa nelle parole di capitan Tonidandel: “La partita è stata molto livellata, hanno vinto loro ma potevamo vincere noi. Sia noi che loro nel primo tempo abbiamo avuto molte occasioni per segnare. Per primi siamo stati bravi a segnare noi con Jelavic in contropiede. Poi abbiamo avuto anche la palla del raddoppio, ma non siamo riusciti a concretizzarla. Nel secondo tempo abbiamo difeso molto bene e loro non riuscivano a calciare in porta, ma col passare dei minuti la nostra lucidità è calata e abbiamo concesso loro di segnare due reti che hanno ribaltato il match. Negli ultimi tre minuti abbiamo cercato il pareggio col portiere di movimento, ma loro non si sono scomposti e alla fine hanno chiuso i conti con la rete del 3-1”.

Il ko allontana il PesaroFano dalla vetta: l’Orte ha vinto nettamente a Cagliari e si è portato a +9 dai biancorossi-granata (che però hanno una partita in meno perché hanno già riposato). Al secondo posto ora c’è il Came Dosson (anch’esso con una partita in più del PesaroFano), mentre il Montesilvano ha guadagnato la quarta posizione a scapito del Cagliari. Cagliari che sarà il prossimo avversario del PesaroFano: per una classica della serie A2, appuntamento eccezionalmente di venerdì sera alle ore 21.00 al PalaFiera (ingresso gratuito come sempre). Per spingere il PesaroFano all’immediato riscatto, vi aspettiamo numerosi.

MONTESILVANO – ITALSERVICE PESAROFANO 3-1 (0-1 p.t.)
MONTESILVANO: Mazzocchetti, Bordignon, Francini, Burato, Correia, Palusci, Di Pietro, Rosa, Tosta, Di Risio, Calderolli, Scordella. All. Ricci
ITALSERVICE PESAROFANO: Moretti, Matošević, Tonidandel, Jelavić, Lamedica, D’Angelo, Cefariello, Bonci, Ugolini, Cuomo, Ganzetti, Dionisi. All. Osimani
ARBITRI: Sessa (Foggia), Caracozzi (Foggia) CRONO: Ricci (Foggia)
MARCATORI: 11’18’’ p.t. Jelavić; 11’06’’ s.t. Rosa, 17’31’’ Bordignon, 19’57’’ Bordignon

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>