Pudeva gì anca pèg. Gaf festeggia i 30 anni di palco con la seconda commedia di Cianfrusaglia

di 

23 febbraio 2015

FANO -– Festeggeranno i loro primi 30 anni di attività con la commedia inedita “Pudeva gì anca pèg’…” gli attori della compagnia dialettale “Gaf” in scena al cinema-teatro Politeama di via Arco d’Augusto 57, il 2-3-4 e 9 marzo alle ore 21.15 (prevendite a partire da mercoledì 25 febbraio).

GAF

GAF

“Siamo orgogliosi – dicono dal ‘Gaf’ – di celebrare il nostro ‘compleanno’ portando sul palco questa commedia. Gli anni passano, le esperienze maturano, ma la nostra ricetta rimane sempre la stessa: presentare un lavoro ‘di squadra’, dove l’estro degli autori si fonde con la comicità degli attori, dove la scommessa è quella di comunicare spontaneità e divertimento”.

E’ così sarà anche per “Pudeva gì anca pèg’…” la commedia in due atti scritta e diretta da Lucio e Fabrizio Signoretti che la compagnia Gaf porterà in scena quest’anno per la rassegna di Teatro in dialetto fanese “Cianfrusaglia” inaugurata il 16 febbraio dal successo de “I Cumediant”. Sul palco, insieme ai 14 attori del “Gaf” si racconterà la storia di un giovane di estrazione popolare, Anselmo, che tiene nascosta la propria provenienza alla fidanzata, una ragazza discendente invece da nobile famiglia. Vivere al di sopra delle proprie possibilità porta inevitabilmente a sfortunate conclusioni, in modo particolare se poi, improvvisamente, si perde il posto di lavoro. Anche quest’anno il Gaf porta in scena una commedia divertente, farcita di situazioni grottesche e paradossali e conclusa, come nella migliore tradizione, da un finale inaspettato.

“Siamo nati 30 anni fa a Bellocchi per far divertire i parrocchiani durante le festività con delle scenette – racconta Lucio Signoretti -. La prima commedia che ideammo era in 5 atti e vi recitavano 40 attori. Proprio per il fatto che riuscire a gestirli tutti fu particolarmente faticoso decidemmo di chiamarci ‘Gaf’ ossia ‘Gruppo di aggregazione forzata’. Negli anni abbiamo deciso di strutturarci e dopo 20 anni di debuttare ‘in città’, al Politeama. Da quel giorno abbiamo sempre raccolto l’affetto del pubblico che ha risposto in maniera positiva a tutte le 26 commedie inedite realizzate e create ‘su misura’ per i nostri 14 attori tra cui c’è un gran affiatamento e tanta complicità. Fra loro basta uno sguardo per capirsi e far scattare la risata”.

“Pudeva gì anca pèg’…” è in programma il 2, 3, 4 e 9 marzo al Politeama.

Le scenografie sono di Lorenzo Alessandrini e Stefania Giunta, la musica di Simone Gramolini; i costumi di Stefania Giunta. Acconciature e trucco sono curati da Parrucchieria Kora di Letizia e Loretta. Le foto di Foto Art mentre le riprese video di Studio Uno. Si ringrazia per la collaborazione Katia e Denis Casarsa.

Biglietti (posto unico numerato 12 euro) in prevendita al Politeama da mercoledì 25 febbraio dalle 18 alle 19.30 e da sabato 28 febbraio orario: 9-12 e 16-19. Info 0721.1835218 – 331.2054444.

I prossimi appuntamenti con le commedie di Cianfrusaglia sono in programma il:
2,3,4 e 9 marzo compagnia Il Gaf con “Puteva gì anca pèg’”;
16,17 e 18 marzo compagnia Il Guitto con “Finché se schersa”;
13, 14 e 15 aprile compagnia El Brudett con “L’art del peteguless”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>