Anci, Fassino dà a Ricci la delega alle riforme: “Ora incontro con Boschi e Del Rio”

di 

24 febbraio 2015

PESARO – Il presidente dell’Anci Piero Fassino mette sul tavolo del suo vice Matteo Ricci nuove responsabilità. E lo fa tramite una lettera, recapitata direttamente al sindaco di Pesaro, che annuncia il ruolo chiave: «Ti comunico che ho ritenuto di affidarti la delega relativa alle politiche istituzionali e alle riforme. Sarai responsabile di seguire l’evoluzione normativa e tutte le politiche pubbliche della materia. Oltre a istruire e formulare proposte sulle posizioni che l’Anci dovrà assumere, presentandole in tutte le sedi istituzionali, rappresentando me e l’associazione. Sono certo che il tuo prezioso e fattivo contributo in questo ruolo sarà fondamentale per tutelare con maggiore determinazione l’interesse dei Comuni, in un’ottica di affermazione dell’interesse generale del Paese».

Matteo Ricci sostituisce così nel ruolo il sindaco di Bologna Virginio Merola. La delega è di quelle «pesanti», perché significa che il sindaco di Pesaro siederà al tavolo con il governo in tutta la partita già in atto su senato federale, riforma e svuotamento delle Province, città metropolitane, nuova legge su unioni e fusioni di Comuni, riforma e accorpamento delle Regioni. Subito calato nella nuova missione Anci, Matteo Ricci già rilancia: «Ringrazio Fassino per la fiducia – commenta -, perché è una vicepresidenza con una delega importante. Organizzerò prima possibile un incontro con i sindaci, insieme al presidente, per fare il punto sulle riforme. In parallelo mi vedrò presto con il ministro Maria Elena Boschi Boschi e il sottosegretario Graziano Delrio per un aggiornamento del confronto tra Comuni e governo. Vogliamo contribuire a cambiare profondamente il Paese, dando ai territori un ruolo da protagonista».

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>