Flaminia groviera, Drudi: “Ci isolerà ancora di più durante l’Expo”

di 

25 febbraio 2015

In vista dell’Expo e in considerazione che la nostra provincia “sta investendo risorse economiche ed energie significative per fare di Urbino e de La Data un polo attrattivo per le delegazioni di tutto il mondo” è necessario che anche le infrastrutture viarie siano all’altezza di un evento di prestigio. “Al contrario – ha spiegato il presidente della Camera di Commercio, Alberto Drudi – non solo paghiamo un isolamento ancora cronico da Roma e, più in generale, dalla fascia tirrenica, ma soprattutto chi guida lungo la statale Flaminia deve fare i conti con quello che è diventato un vero e proprio percorso di guerra”.

Eppure, la ‘strada groviera’ è percorsa giornalmente da migliaia di mezzi, sia commerciali che privati, e si presenta in uno stato di pietoso abbandono.

Un riferimento in particolare: “Quei pochi chilometri da Cagli a Cantiano – ha sottolineato Drudi – sono praticamente inguidabili per una strada che, invece, dovrebbe essere a scorrimento veloce: centinaia di buche, alcune delle quali significativamente profonde, che non solo rappresentano una penalizzazione in tema di decoro, ma soprattutto costituiscono una delicatissima questione di sicurezza stradale”. Un problema che, secondo il presidente dell’ente camerale, “si sta aggravando per via delle piogge che stanno martoriando la nostra provincia”. “In pratica, quando le precipitazioni sono abbondanti, le buche si coprono di acqua – chiosa –, fino a diventare invisibili a chi guida e quindi un pericolo per mezzi e persone”.

Secondo Drudi, “di fronte a questi rischi evidenti non possono reggere né lo scaricabarile tra coloro che sono responsabili della manutenzione di quella strada, né la lamentela della mancanza di fondi: si tratta semplicemente di mobilitare una squadra di cantonieri, cercando quanto meno di ripristinare una minima situazione di sicurezza per chi viaggia”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>