Ultima giornata di test di Sepang, Marquez è davanti a tutti. Valentino quinto attacca la Ducati

di 

25 febbraio 2015

In Moto Gp il riferimento è sempre lui, Marc Marquez.

Il piccolo diavolo della Honda ha dominato anche nella terza giornata e con il crono di 1’59”11 (1’58”867 il miglior tempo fatto segnare nella prima tornata di test malesi a inizio febbraio) ha preceduto Lorenzo di tre decimi e il sorprendente Cruthlow, in sella alla Honda del team Lcr, ottimo terzo con circa mezzo secondo di distacco.

Iannone molto positivo

Iannone molto positivo

Quarta piazza per Iannone e la Ducati (+0.607) a conferma che la Gp 15 va forte, quinto Valentino (+0.718) che analizza così la tre giorni di test malesi: “Più forte di tutti è andato Marquez – ha detto Vale a motori spenti – e se alla prima tornata di test io ero andato più forte rispetto a Lorenzo, ora il più veloce tra noi due è stato lui. Ma – precisa- non sono lontano dal mio compagno di squadra – mentre ho notato che la Ducati, nonostante i pochi giri di questi test, va forte e credo che in questa stagione sia Iannone sia Dovizioso saranno in grado di lottare per le posizioni che contano”.

Poi Rossi si sofferma su regolamento che, a suo dire, potrebbe favorire la Ducati: “Loro possono avere 24 litri sul serbatoio, noi 22 ma questo non fa troppa differenza però loro hanno la possibilità di usare una gomma più morbida ( la Ducati è in configurazione Open)e ora non è più giusto perché la Ducati va forte: questa regola andava bene lo scorso anno ma ora mi pare che la loro moto è veloce come le nostre quindi le loro gomme dovrebbero essere come le nostre…”.

Poi racconta di non aver potuto fare un giro perfetto nel suo “time attack” al mattino: “Nel giro buono prima mi ha rallentato Pedrosa – spiega- poi Smith ma non è colpa loro: la colpa è mia se non sono riuscito a fare un giro perfetto”.

Rossi conclude la sua analisi con queste parole: “Secondo me il nuovo cambio seamless ci ha fatto fare passi avanti, ma alla M1 ancora non basta per raggiungere la Honda. Dobbiamo migliorare ancora la velocità di entrata in curva e sono molto curioso di vedere cosa accadrà domani quando proveremo le Michelin (le gomme che equipaggeranno al posto delle Bridgetone le MotoGP nel 2016), perché non capita spesso di provare due coperture diverse sullo stesso circuito e questo è quasi come provare due moto diverse”.

Settimo tempo per Pedrosa, decimo per Dovizioso, incoraggiante 12esimo crono per Danilo Petrucci al debutto sulla Ducati Pramac che nei tre giorni è cresciuto parecchio, 18° tempo per Pirro con la Ducati “laboratorio”, 19esimo per Bautista, 27° per Melandri entrambi su Aprilia, 25esimo De Angelis.

Al di là della conferma di Marquez questa tre giorni di test è stata caratterizzata dalla sorpresa Ducati Gp 15 che qui ha mosso i primi passi e dalla Suzuki, anche lei al debutto, che con Aleix Espargaro, chiude con un bel nono posto, a poco più di un secondo dal leader, il fenomeno di Cervera.

8 Commenti to “Ultima giornata di test di Sepang, Marquez è davanti a tutti. Valentino quinto attacca la Ducati”

  1. Marika scrive:

    Eh già, saranno interessanti anche i test di domani, per capire a che livello saranno le nuove Michelin, in ottica stagione 2016.
    Certo è che con questa MotoGP, Non ci si annoia mai. Con Vale, men che meno… in questi 2 ultimi test, non avrà brillato come il 1° giorno, ma va anche detto che sia ieri che oggi, ha girato con gomme usate, senza contare che era ancora più caldo-umido del solito e la temperatura dell’asfalto, è arrivata anche a 60 gradi !!
    Bellissima la foto che Vale ha pubblicato oggi su Twitter, della sua tuta Dainese, messa in frigorifero !!! ahaha… il caldo aguzza l’ingegno! 😉
    Per il resto, anche se per molti italiani, può essere bello che le Ducati si stiano avvicinando sempre più alle Jap , NON si può negare che già dallo scorso anno, Grazie a tutti i vantaggi dei nuovi Regolamenti,
    la Ducati ha beneficiato molto delle Opzioni Open, pur essendo una Factory.
    A parte i litri in più di benzina che possono contare relativamente, la gomma morbida in qualifica ha consentito di ben figurare sulla griglia di partenza e di mettersi in luce, almeno nei primi diri, anche in gara, ma soprattutto la possibilità di utilizzare ben 12 motori, anziché i 5 delle ufficiali, credo abbia inciso non poco sul buon sviluppo della nuova Ducati GP 15.
    Ma la mossa vincente è stata quella di rendersi conto, dopo tanti anni, che era ora di abbandonare la vecchia strada, senza più che certi vecchi nostalgici integralisti, ancorati alle più rigide tradizioni, gridassero ancora al tradimento, come facevano fino a qualche anno fa, se solo si osava voler cambiare un bullone. E quindi, doppiamente azzeccata la scelta di lasciare carta bianca a tutti i cambiamenti, affidandosi completamente nelle mani esperte ed altamente professionali dell’Ing. Dall’ Igna. Ma non vedo l’ora che arrivi il 29 marzo e solo a partire dal Qatar, potremmo iniziare a vedere i reali valori in campo, pardon… in pista ! 😉

  2. Marika scrive:

    Una domanda però mi sorge spontanea: se questo Regolamento, in vigore dal 2014, con tutti i vantaggi delle Open, fosse stato attuato già dal 2012, ovvero nel 2° anno di Vale in Ducati, QUANTE ne avrebbero detto tutti?
    NON oso neppure pensarlo, in quanti si sarebbero scagliati a dire che il Regolamento sarebbe stato cambiato, SOLO per favorire Vale, ecc… ?? Apriti cielo.. eh ehe…. ma fortuna tutto ciò è capitato al Dovi e a Iannone, i quali possono dormire sonni tranquilli, comunque vada! Se vanno forte fanno una gran bella figura ed è merito anche loro, ovviamente, viceversa, vorrà dire che ci sono ancora problemi irrisolti sulla moto.
    Loro Non sono condannati a vincere, come capita da una VITA a Valentino… il quale per “qualcuno” se vince è perché ha la moto migliore, se invece, dopo 20 anni !!! arriva anche solo 4° o 5° è finito, vecchio, bollito, senza contare che quando rilevava problemi sulla Ducati, le sue erano solo scuse… eh la conosco bene questa storia!
    A tutti si perdona, tranne che a Vale… e proprio vero il detto: Tutto si perdona, tranne il successo!
    Scusate, ma un sassolino me lo volevo togliere anch’io! eh .. ehe… 😉

  3. smanettone scrive:

    Ciao Marika, io non tifo Valentino ma ho grande rispetto nei suoi confronti. Detto questo il suo “lamento” mi sembra fuori luogo. Tutti sanno che, per regolamento, se la Ducati tornerà competitiva non avrà più i vantaggi Open.
    “Lamentino” Rossi poteva risparmiarsi questa sparata e dargli più gas, il suo distacco da Marquez ( e pure da Lorenzo) è evidente: meno lamenti e più gas

  4. SmaneTONER scrive:

    Marika la tua fede per Vale è commovente e allora anche io mi dichiaro e da oggi non sarò più smanettone ma SmaneTONER. così ti è chiuara anche la mia fede.
    Due piloti diversi Casey e Vale ma con un denominatoire comune:IMMENSi
    Ciao

  5. Marika scrive:

    Caro SmaneToner … accetto volentieri il tuo cambio di nick…  , ma visto che dici di rispettare Valentino, ti prego… NON apostrofarlo con quello stupidissimo nomignolo “Lamentino”, perché allora tutti i nomi si prestano e TUTTI i piloti, prima o poi, si lamentano di qualcosa. Ma pensa che brutto se io dicessi “Lamentoner” , si presterebbe altrettanto, ma NON voglio ripeterlo, perché NON dobbiamo abbassarci a certi livelli, non trovi? I piloti vanno RISPETTATI tutti, anche se ovviamente si possono criticare, come hai fatto tu poco dopo, in modo educato, ma chiamiamoli coi loro veri nomi. Anche perchè concordo con te, sul fatto che sono 2 Grandissimi, uno più IMMENSO dell’altro però… sta a te indovinare a chi mi riferisco io! ahaha 😉
    E’ anche vero ciò che dici tu, Vale avrebbe potuto risparmiarsi questa battuta, ma come quasi tutti i piloti, NON è diplomatico e dice sempre ciò che pensa! Soprattutto a testa calda e ieri in Malesia, pare che la temperatura sia stata più che calda, bollente … ma anche a mente fredda, io stessa avevo pensato la stessa cosa che lui ha detto, perché sai in quanti DIMENTICANO e qualcuno forse nemmeno sa, di questi vantaggi Open?
    Poi, sai quante ne ha ingoiate Vale in quei 2 anni in Ducati?? E Non dimentichiamo che i piloti, anche se sembrano e forse sono anche un po’ SUPEROI, sono prima di tutto uomini, con le loro sensibilità e vulnerabilità… quindi, ogni tanto, è Normale e umano che qualcuno si lasci andare a un minimo sfogo.
    Il fatto è che se dice qualcosa un altro pilota, tutto passa inosservato o quasi, ma appena Vale dice A…. , tutto viene amplificato a dismisura. Facci caso, ma è così!

  6. IL BARISTA scrive:

    Scusate se mi intrometto in questa disputa ad altissimi livelli, io volevo solo dire che tutti e dico proprio tutti dovrebbero essere solo contenti se il ducatone potra’ inserirsi nella lotta per il podio, cosi’ ne guadagnerebbe tutto il mondo MotoGP ormai ridotto da anni ad una lotta a 2. Ovviamente ci sta che ogni tanto i piloti facciano qualche sparata per caricare un po’ l’ambiente, quindi avanti tutta che va bene cosi’.

    • SmaneTONER scrive:

      Che onore due risposte. Il barista ha ragione Marika pure ma “lamentino” non è una offesa è un modo simpatico per “storpiare” il nome di Vale che dovrebbe chiamarsi VAFORTINO

  7. Marika scrive:

    Caro SmaneToner, “ VaFortino” andrebbe già meglio ahaha , ma Lamentino NON si può più sentire, anche perché un po’ ovunque, c ’è stato un abuso di questo nomignolo, spesso in tono pesante e offensivo, anche se Non era il tuo intento.
    Io comunque, continuo a chiamarlo Vale , oppure Valentino che tra l’altro è un nome bellissimo ed inevitabilmente ricorda l’amore <3 ! 

    Per rispondere anche a “Il Barista” , sicuramente sono d’accordo sul fatto che le Ducati competitive, siano un bene per lo spettacolo, ma anche motivo di orgoglio nazionale, il fatto che una piccola azienda italiana, riesca ad avvicinarsi ai colossi Jap, così come in passato è accaduto all’Aprilia.
    Anch’io ero simpatizzante Ducati e per me il binomio Rossi-Rossi è stato un sogno…. peccato sia svanito, ma quel “matrimonio” Non è capitato l’anno giusto e Non è nato sotto una buona stella…
    io NON sono superstiziosa, ma in quell’occasione , nel web ho avuto modo di “conoscere” una frangia di estremisti ducatisti, vicini ai tifosi più facinorosi del calcio, che remavano contro prima ancora che Vale salisse su quella Ducati e NON oso riportare cosa ho letto  , ma ero talmente indignata da certi comportamenti inqualificabili, che per un periodo, ho avuto quasi un rifiuto anche verso la marca.
    Poi ho conosciuto anche i VERI Ducatisti, quelli più equilibrati e sportivi autentici, nonché altri a appassionati più tranquilli come Voi e coi quali è sempre un piacere dialogare.

    Vale, oltre ad essere il Grande Campione che tutti conosciamo, è senza dubbio anche una persona estremamente intelligente e sensibile, ma io Non darei troppo peso a una frase detta a caldo… soprattutto dopo un semplice test.
    Lui parla sempre in modo spontaneo, si sarà voluto togliere un sassolino… perché ripeto, proviamo ad immaginare cosa ha passato in Ducati, con parte della tifoseria contro, qualunque cosa dicesse e facesse, anche quando andava a podio! Per questo, mi è venuto spontaneo immaginare a cosa avrebbero detto In molti, se al posto del Dovi e di Iannone, ci fosse stato LUI a godere di questi benefici Open, quando era ancora in Ducati? Ne avrebbero fatto una causa di Stato tra Lui e la Dorna… questo poco, ma sicuro!

    Ops, ma quanto ho scritto? Beh mi sono sfogata un po’ anch’io… ma seguendo BENE Vale, da sempre, a volte mi ritrovo a pensare le stesse cose, prima ancora che lui possa esternarle ed è per questo che spesso i mi viene facilissimo capirlo! Ahaha c’è sintonia 😉

    Ma per concludere il discorso test, i reali valori si potranno vedere solo sul passo gara e già dal Qatar inizieremo ad avere un’idea più precisa di come saranno i vari pacchetti: moto e pilota.
    Perché poi è l’INSIEME delle 2 cose che conta, sommato al giusto set-up di gara e la giusta combinazione del tutto, farà la differenza! Ciao a tutti! 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>