Gabicce Gradara, la rinascita a suon di gol della coppia Rossi-Muratori

di 

26 febbraio 2015

Alessandro Rossi

Alessandro Rossi

GABICCE – Tre sfumature di Gabicce Gradara, switch on sulla società rossoblù che dopo un avvio di marcia alquanto incerto con il ritorno di mister Paolo Cangini in panchina ha ritrovato la giusta rotta e proprio domenica ha raggiunto la zona play-off. Tre come le armi vincenti del club adriatico, una fra queste la ritrovata sinergia tra i “gemelli” del gol William Muratori e Alessandro Rossi (già assieme dal 2002-2005 nel Del Conca Morciano), entrambi in gol domenica scorso contro il Della Rovere. Habitat ideale per gli esperti bomber, capaci di rivitalizzare un Gabicce Gradara che ora siede al 4° posto in graduatoria a 37 punti (pari merito con Cantiano e S. Orso), con 10 vittorie, 7 pareggi e 6 sconfitte (solo due nella gestione Cangini), a 4 gradini dalla vetta. Obbiettivi che si riavvicinano dunque, dopo le ombre di inizio campionato, ora si può tornare a sperare e perchè no a vedere la luce, sognando un primato che profuma di Promozione. Uno staff che si è messo alle spalle il momento negativo e ha iniziato a lavorare con maggiore convinzione: la cura Cangini comprende anche il preparatore dei portiere Flavio Urbinati, il vice Alessandro Magi e il mentalist coach Patrizio Zepponi. Atmosfera positiva, altra arma vincente dunque, unita all’arrivo dei nuovi e vecchi volti: il talento del fantasista Daniele Amadei e la freschezza del giovane Tommaso La Torre là davanti, può contare su una cintola difensiva e una linea mediata granitica efficiente ed efficace, guidati dal capitano Elia Fabbri. “Diciassette pedine abili e arruolate -dichiara entusiasta il tecnico Cangini – sempre pronti a sacrificarsi, seri e con grande voglia di tornare ad occupare la zona della classifica che meritano. Sette le gare che ci restano per potere arrivare ancora più in alto, l’atmosfera è gradevole sia in campo che fuori, lì sugli spalti con più di trecento tifosi che ogni domenica seguono le nostre imprese allo Stadio, cosa molto rara anche tra le categorie superiori. Abbiamo ritrovato compattezza, la società e i dirigenti lavorano tanto così come i miei ragazzi, ora però non sono ammesse amnesie. Sappiamo che sabato 28 febbraio siamo attesi nel catino del Mondolfo, squadra ostica, poi avremo due sfide fondamentali contro la capolista Laurentina (domenica 8 marzo Stadio G Magi) e lo scontro diretto con il Cantiano. Intanto ci muoviamo pensando ad un match alla volta, sabato non avrò a disposizione Andrea Grieco, fuori per somma di ammonizioni, e un’altro importante tassello come Andrea Ceramicola che si è stirato, ma torna Luca Maltoni a centrocampo, giocatore con grande grinta e tenacia. Ora tocca a noi tentare l’impresa”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>