Maltempo, Gostoli (Pd): “La più grande opera pubblica è rammendare il territorio”

di 

26 febbraio 2015

Il segretario provinciale del partito democratico lancia un appello per un piano straordinario di prevenzione e manutenzione del territorio: “Garantire sicurezza ai cittadini: investire oggi crea lavoro e fa risparmiare domani”.

Gostoli, Pd

Gostoli, Pd

“La più grande opera pubblica è un piano di prevenzione e manutenzione del territorio”. Sono le parole di Giovanni Gostoli, segretario provinciale Pd di Pesaro e Urbino, che si esprime a seguito delle continue situazioni di difficoltà provocate dal maltempo nel territorio marchigiano. “Nelle Marche una delle più importanti priorità è l’ambiente. Bisogna dire stop al consumo di suolo. Oramai il maltempo è sinonimo di emergenza: frane, smottamenti e alluvioni. Serve con urgenza un piano di prevenzione straordinaria che coinvolga sul piano strategico i sindaci marchigiani”.

“Investire oggi significa risparmiare domani. Dalla Regione ci aspettiamo certezze, non finte promesse. Desidero ringraziare tutti i volontari e gli operatori che in questi giorni sono al lavoro per contenere i disagi e risolvere i problemi. Alla Protezione Civile bisogna dare risorse, non tagliarle”, aggiunge il segretario democrat.

“Mettere in sicurezza le aree interne, prevenire l’abbandono di territori, stop al consumo di suolo, avere cura dei corsi d’acqua, difendere la costa. Anche l’agricoltura deve essere uno strumento di manutenzione dei beni comuni. C’è del lavoro da fare per rammendare tante situazioni. D’altronde la manutenzione e la messa in sicurezza del territorio, nonchè la qualificazione del patrimonio edilizio è una necessita per garantire sicurezza a cittadini, ma anche una straordinaria occasione per creare occupazione legata al territorio”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>