MotoGp, test Michelin col botto per Lorenzo e Dovizioso

di 

26 febbraio 2015

Nessun problema fisico ma moto malconce per Lorenzo e Dovizioso caduti alla curva 3 a Sepang nel corso della giornata di chiusura dedicata ai test della gomme Michelin, pneumatici che equipaggeranno la MotoGp nel 2016.

Essendo Bridgestone il fornitore ufficiale fino a fine 2015, niente tempi ufficiali, consegna del silenzio ma grazie a Radio Paddock sempre sintonizzata con Radio Tavullia International, siamo riusciti a sapere che il più veloce con gli pneumatici francesi pare sia stato Marquez ( che novità !), seguito da Lorenzo quindi da Vale Rossi che ha preceduto nell’ordine Pedrosa, Dovizioso e il coriaceo Crutchlow.

Ma i tempi oggi contano poco, quello che conta è che le gomme francesi sembrano essere già ad un buon livello, sia per quanto riguarda la sicurezza sia per quanto concerne la velocità.

Il costruttore transalpino ha portato in Malesia 3 mescole per l’anteriore e 4 per il posteriore incontrando l’approvazione della stragrande maggioranza dei piloti per queste ultime mentre, sull’anteriore, i protagonisti della MotoGp hanno detto che serve lavorare per migliorare la stabilità soprattutto in entrata di curva.

Anche la giornata odierna è stata caratterizzata dal caldo torrido e ora si pensa al Qatar, dove prenderà il via il campionato, con una anteprima di test nell’imminenza della gara come da abitudine.

L’analisi di questa tre giorni (più uno) “infernale” è presto fatta:

Marquez e la Honda sono indubbiamente i numeri uno.

Il fenomeno di Cervera è in gran forma e la Honda ha portato in pista una moto quasi “perfetta” ma attenzione a Pedrosa il quale, al di là dei tempi siglati a Sepang, ha cambiato mentalità e, ci dicono da Radio Tavullia International, sembra che nella lunga pausa invernale abbia acquisito quella aggressività che negli anni scorsi sembrava essere il suo tallone di Achille.

La Yamaha ha fatto passi avanti importanti e, considerando che Sepang è “una pista Honda”, su altri tracciati potrà dire la sua.

Lorenzo e in gran spolvero, Valentino pure e i due alfieri della casa dei tre diapason hanno le carte in regola per rendere la vita difficile a Marquez e Pedrosa. A cominciare dal Qatar.

La Ducati Gp 15 è nata bene e sta crescendo meglio: i riflettori in Malesia erano tutti per lei e la Rossa non ha deluso le aspettative anzi ha dimostrato un grande, grandissimo, potenziale.

Bravi Iannone e Dovizioso, eccellente lo staff Ducati capeggiato da Dall’Igna: sono una grande squadra.

Bene la Suzuki che oltre ad avere un ottimo telaio, ora ha anche un bel motore che va forte e non si rompe oltre a due “pilotini” davvero grintosi.

L’Aprilia, arrivata con una moto “acerba” in MotoGp, deve crescere. Le ci vorrà tempo, ma soprattutto dovrà risolvere “il problema Melandri” che pare non trovarsi troppo a suo agio in questo momento nella top class.

Marco ha classe e l’Aprila lo aiuterà a ritrovarsi: diamogli tempo.

Un commento to “MotoGp, test Michelin col botto per Lorenzo e Dovizioso”

  1. SmaneTONER scrive:

    Grande Ducati, gran bella squadra gran bella Gp 15, bravi

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>