Sabato romano per la Consultinvest: sul campo dell’Acea la Vuelle cerca il colpaccio

di 

27 febbraio 2015

Vuelle contro Roma foto Danilo Billi

Immagine della gara di andata nella foto Billi

PESARO – A vederla da una posizione neutrale, l’unica squadra rimasta tranquilla durante la pausa per la Coppa Italia è stata proprio la Consultinvest. Infatti le altre tre formazioni coinvolte nella lotta per la salvezza hanno avuto i loro problemi da risolvere, a partire da Caserta, che si è ritrovata con un punto in meno in classifica per la penalizzazione inflittagli dalla Legabasket per il ritardo nei pagamenti dei contributi di ottobre 2014, e ha deciso di sfoltire il proprio roster tagliando lo sloveno Capin e il bulgaro Abramov, mossa forse obbligatoria con ben otto stranieri a referto che difficilmente avrebbero trovato spazio, ma anche rischiosa perché è bene ricordare che la Pasta Reggia ha già raggiunto il limite massimo di tesseramenti stagionali e non può ingaggiare nessun nuovo giocatore. Anche a Varese non tutto è filato liscio, con le dimissioni prima del g.m. Cecco Vescovi e poi di coach Gianmarco Pozzecco, con la dirigenza varesina che ha ingaggiato Attilio Caja come capo allenatore nel tentativo di dare una scossa ad un’ambiente caricato a mille dal Poz, ma che ha pagato la troppa euforia d’inizio stagione, quando l’OpenJobMetis pensava forse di essere una squadra da playoff, ma si è dovuta scontrare con la personalità ingombrante di Pozzecco, forse troppo esuberante per gli americani, con Robinson e Ed Daniel sacrificati nonostante le loro buone statistiche. Qualche problema anche a Capo D’Orlando, formazione sulla quale la Vuelle dovrebbe fare la corsa fino alla fine, perché anche i siciliani hanno un calendario complicato come quello di Pesaro e finora non sono mai intervenuti sul mercato nonostante gli infortuni subiti e le partenze dell’ala Burgess (tornato negli States) e della guardia Freeman (finito a Roma) hanno ulteriormente ridotto le rotazioni, con praticamente solo otto uomini schierabili, situazione molto simile a quella della Vuelle.

E in casa Consultinvest, cosa è successo in queste due settimane di pausa? Sono stati giorni tranquilli, forse troppo, con il rischio che l’euforia della vittoria con Reggio Emilia e il punto guadagnato senza giocare su Caserta tolgano l’attenzione su una situazione che rimane molto pericolosa, con un calendario che nel mese di marzo vedrà Pesaro impegnata in tre trasferte complicate e decisive per il prosieguo della stagione come quelle contro Roma, Capo D’Orlando e Venezia, mentre in casa la Vuelle ospiterà Sassari e Milano, ovvero le due recenti finaliste della coppa Italia. Senza fare tabelle, vincerne due sarebbe già una bella impresa, specialmente se una delle due sarà quella contro i siciliani, ma un pensierino si potrebbe farlo già dalla trasferta romana contro un’Acea già battuta all’andata di due punti e che, in caso di vittoria biancorossa, si troverebbe a due sole lunghezze di distanza dalla Vuelle con lo zero a due negli scontri diretti. Ma qui entriamo nel fantabasket, perché Roma ha un organico superiore a quello pesarese e molto probabilmente lotterà fino all’ultima giornata per i playoff, invece che per la salvezza.

Sarà una ventesima giornata dove tutte e quattro le formazioni pericolanti saranno impegnate in trasferta: Varese sarà a Trento, Capo D’Orlando ad Avellino, mentre Caserta andrà a Cremona, turno che sarà aperto sabato pomeriggio proprio dalla Consultinvest, che giocherà alle 18.30 per gli impegni europei dell’Acea e il fatto di giocare non contemporaneamente all’altro anticipo (in programma alle 20.30), consentirà la consueta diretta su TVRS, in un calendario particolare che “libererà” fino al 26 aprile i tifosi pesaresi dal loro appuntamento domenicale fisso con la Vuelle all’Adriatic Arena, infatti tra posticipi del lunedì (Sassari e Milano) e anticipi al sabato (Cremona) per le festività pasquali, la Consultinvest tornerà a giocare alla domenica solamente la terzultima giornata contro Pistoia, non proprio l’ideale per i botteghini, ma, con l’avvicinarsi della primavera, i 4.000 fedelissimi potranno organizzarsi per le prime gite fuori porta.

ACEA ROMA (14 PUNTI) – CONSULTINVEST PESARO (10 PUNTI)

Sabato 28 febbraio – ore 18.30 – Palazzetto dello Sport di Roma
Risultato dell’andata: Pesaro-Roma 89-87
Diretta televisiva su TVRS – canale 111 del digitale terrestre

L’AVVERSARIA DELLA SETTIMANA

Anche a Roma non tutto è filato liscio in questi giorni con il “caso Triche” che è esploso fragorosamente: la guardia americana non è ancora tornata dagli States, dove era andato per qualche giorno di vacanza, concordando con la società il ritorno in Italia per la giornata di sabato 21, ma Triche non si è fatto mai sentire e la Virtus ha deciso di prendere dei provvedimenti disciplinari e difficilmente, anche in caso di rientro, lo vedremo scendere sul parquet contro Pesaro. Coach Luca Dalmonte così dovrà inserire a tempo di record Austin Freeman, arrivato proprio in queste ore da Capo D’Orlando, guardia che in Sicilia stava viaggiando a oltre 15 punti di media e che debutterà contro Pesaro con un solo allenamento alle spalle coi nuovi compagni. Il leader dell’Acea comunque rimane Rok Stpicevic, vero metronomo dell’attacco romano e miglior tiratore di liberi del campionato con una percentuale che sfiora il 94%, in un reparto esterni che ha in Kyle Gibson (14.2 punti) il tiratore designato, in un attacco dove Bobby Jones è libero di spaziare in almeno due ruoli, sotto canestro sta salendo il rendimento del belga De Zeeuw, mentre il rookie Jordan Morgan non sempre riesce a sfruttare le sue potenzialità fisiche.

Dalla panchina escono il play Lorenzo D’Ercole, unico italiano a giocare stabilmente e il centro nigeriano Ndubi Ebi, mentre il connazionale Melvin Ejim dovrebbe finire in tribuna, non potendo schierare otto stranieri, dovrebbe rientrare anche Daniele Sandri per qualche minuto dopo essere stato fermo per venti giorni per infortunio.

IL DUELLO CHIAVE

LaQuinton Ross vs Bobby Jones
Scontro di buon livello tra due giocatori in bilico tra lo spot di numero tre e numero quattro, con il pesarese che dovrà riuscire a produrre punti anche senza avere sempre in mano il pallone, mentre il romano è uno dei punti di forza dell’Acea per la sua leadership e la sua capacità di prendersi le responsabilità nei momenti topici.

IL MOMENTO DELLA SQUADRA

Ci sono voluti più di due anni, ma finalmente il buco economico lasciato dalla gestione precedente è stato chiuso in maniera definitiva e si può guardare al futuro con un pizzico in più d’ottimismo, merito sicuramente della gestione oculata di uno staff che non ha mai speso un euro se non lo aveva in cassa e che ha consentito di presentare conti in ordine ai potenziali investitori, con otto nuove società entrate (tra consorziati e sponsor) nel mondo della Vuelle, capitale importante in ottica futura dal quale ripartire, con il piccolo problema che in caso di malaugurata retrocessione, tutto lo sforzo fatto in questi mesi possa andare parzialmente in fumo. Sì, perché aver raggiunto il pareggio economico è sicuramente un motivo d’orgoglio, ma c’è ancora da conquistare la salvezza sul campo e non aver sfruttato la pausa per inserire un centro italiano capace di stare sul parquet per una quindicina di minuti è sicuramente un rischio, con Judge e Lorant che da soli non sono in grado di sopportare tutto il peso di un reparto lunghi che, in alternativa, può solamente spostare Ross sotto canestro, con tutte le problematiche ben note o riconcedere fiducia a Nicholas Crow, in campo per soli sei minuti complessivi nelle quattro partite della gestione Paolini, anche se il Raspino visto contro Reggio Emilia risolverebbe parzialmente il problema.

E’ stata una settimana tranquilla per la Consultinvest, con allenamenti specifici per la fase difensiva e qualche nuovo schema offensivo, mirato a liberare Ross e Myles sul perimetro, sperando che Anthony ritrovi la forma persa durante l’infortunio, per avere una terza bocca da fuoco da affiancare a LaQuinton e Chris Wright, ormai completamente integrato nel gruppo e volenteroso di continuare il suo trend positivo, la trasferta romana non sarà fondamentale come la successiva di Capo D’Orlando, ma potrà dire molto sullo stato di forma di una Vuelle che sa di dover raggiungere quota 20 punti per raggiungere l’agognata salvezza.

LA VENTESIMA GIORNATA IN PILLOLE

Sarà Sassari-Cantù ad inaugurare il nuovo canale digitale della Gazzetta, posizionato al numero 59, che ogni sabato alle 20.30 trasmetterà l’anticipo del campionato di basket di serie A, evento che fino alla scorsa giornata era visibile solo in streaming su gazzetta.it, mentre da domani si potrà vedere su entrambe le piattaforme. Il match clou della giornata però è in programma domenica sera su Raisport con la delusa Milano che riceverà una Reggio Emilia in crescita, nel pomeriggio spicca la sfida per l’ottavo posto tra Bologna e Pistoia, con Venezia che spera di salire al secondo posto battendo l’imprevedibile Brindisi, Cremona e Avellino cercheranno di sfruttare il turno casalingo che le vedrà opposte a Caserta e Capo D’Orlando, mentre la giornata si chiuderà con il posticipo del lunedì tra Trento e Varese.

I PROSSIMI MATCH DELLA CONSULTINVEST

Lunedì 9 marzo – ore 20.00: Consultinvest Pesaro – Banco di Sardegna Sassari
Domenica 15 marzo – ore 18.15: Upea Capo D’Orlando – Consultinvest Pesaro
Lunedì 23 marzo – Ore 20.00: Consultinvest Pesaro – Emporio Armani Milano

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>