Consultinvest, vittoria Capitale: sangue freddo, selfie e il grazie di Paolini

di 

28 febbraio 2015

Splendida vittoria pesarese a Roma. Con un finale per cuori forti finisce in gloria, con coach Paolini che ringrazia i tifosi pesaresi giunti nella capitale, e Raspino e compagni a farsi un selfie che, con la curva pesarese alle spalle, ricorda tanto quello di Totti nel derby…

 

ACEA ROMA – CONSULTINVEST PESARO 76-80

Acea Roma: Freeman 9, Ejim 11, Jones B. 4, D’Ercole 8, Sandri 0, De Zeeuw 10, Kushchev 0, Reali ne, Romeo 5, Stipcevic 17, Morgan 2, Ebi 10. All. Dalmonte

Consultinvest Pesaro: Ross 14, Myles 22, Basile 0, Musso 10, Raspino 0. Wright 13, Judge 8, Crow ne, Tortù ne, Lorant 13. All. Paolini

Arbitri: Mazzoni, Bartoli, Filippini

Parziali: 20-22, 21-22, 12-18, 18-23

Splendida e meritata vittoria colta dalla Consultinvest in un sabato romano che ha visto i ragazzi di Paolini crederci dal primo minuto, raggiungendo per due volte gli 11 punti di vantaggio, finendo comunque per giocarsi tutto nell’ultimo minuto, dove la freddezza dalla lunetta e una difesa che ha fatto la differenza, le ha consentito di espugnare il parquet romano con il punteggio di 80 a 76. Bene Myles e Wright , ma tutti hanno dato il loro contributo per un successo di importanza capitale per il prosieguo della stagione, Pesaro conferma la buonissima prestazione di quindici giorni fa contro Reggio Emilia e si porta a 12 punti in classifica e resta alla finestra aspettando i risultati della domenica pomeriggio.

Roma senza Triche, rimasto in America e che non tornerà in Italia e senza Gibson, fermo ai box per un guaio muscolare, Pesaro al completo con il solito starting five proposto da coach Paolini nelle ultime uscite, primi due punti targati biancorossi per merito di Myles con Roma che risponde con un canestro del juniores Romeo schierato a sorpresa in quintetto da Dalmonte, non c’è il pubblico delle grandi occasioni con tanti vuoti sulle tribune dato l’orario insolito e la Consultinvest si affida ancora a Myles autore dei primi sette punti per provare ad allungare (12-7 al 3’) sull’Acea grazie anche ad una tripla dell’ex Lorant, la difesa biancorossa cerca di mettere in difficoltà l’attacco romano costringendolo a qualche palla persa inusuale e, sul decimo punto di Myles, la Vuelle vola sul 17 a 7, costringendo coach Dalmonte a chiamare il primo timeout del match e ad effettuare un paio di cambi per invertire il trend negativo, ci pensa Lorant a portare i suoi sul più 11 con la seconda tripla personale, ma è D’Ercole a punire un paio di disattenzioni difensive infilando due triple consecutive che riportano i padroni di casa a sole cinque lunghezze di distanza (15-20), primi cambi anche in casa Consultinvest con Raspino, Musso e Basile sul parquet, mentre fa il suo debutto in maglia romana il neo arrivato Austin Freeman, arrivato ieri da Capo D’Orlando, in un primo quarto che la Vuelle chiude in vantaggio per 22 a 20.

Roma si presenta ad inizio secondo quarto con un quintetto completamente diverso da quello che aveva iniziato il match, potendo contare su una rotazione di dieci uomini, con Pesaro che si porta sul 26 a 22 grazie ad una schiacciata di Judge, l’attacco biancorosso cerca di coinvolgere i suoi lunghi con qualche scarico dentro l’area, anche se Wright non ha ancora preso il controllo del gioco e sul secondo fallo di Judge, Roma torna in parità a quota 29, con Pesaro che ha ormai perso l’abbrivio dei primi minuti, con qualche problema di troppo a ritrovare la via del canestro, l’Acea si porta per la prima volta in vantaggio con una schiacciata di Ejim su rimbalzo offensivo (33-31), mentre a Pesaro servirebbero i punti di Ross, abbastanza anonimo finora, e di Musso, autore di un paio di forzature e poco altro, le due formazioni si alternano alla guida del match, sorpassandosi vicendevolmente per tre o quattro volte e il secondo quarto si conclude con la Consultinvest avanti per 44 a 41 con il quindicesimo punto di un positivo Myles.

...ed ecco il selfie. Foto tratta da Fb

…ed ecco il selfie. Foto tratta da Fb

Le statistiche di metà partita evidenziano il dominio romano a rimbalzo (20 a 9), con Pesaro che si mantiene a galla grazie al tre su tre dai 6.75 di Lorant e Myles, mentre sono da sottolineare gli zero punti segnati dalla panchina biancorossa.

Si riparte con la Vuelle che ripresenta lo starting five nella speranza che Wright e Ross ritrovino la forma migliore, ma è Roma a riportarsi avanti sul 46 a 44 con una tripla dell’ex Stipcevic, Pesaro fatica a liberarsi per un tiro pulito e si deve affidare alle soluzioni individuali di Myles per ritrovare la parità a quota 48, il terzo fallo di Judge arriva troppo presto per una Consultinvest che sa di non avere un ricambio per il suo centro americano, si resta senza segnare da ambo le parti per una paio di minuti, con Judge a spezzare il digiuno con un appoggio dentro l’area colorata e con la tripla di Musso dall’angolino Pesaro si porta sul 53 a 48, il capitano biancorosso finalmente ritrova le sue giocate e su una sua palla recuperata, la Vuelle ritrova otto punti di vantaggio (57-49 al 28’), divario che Ross porta in doppia cifra con due liberi in un terzo quarto ben giocato dalla Consultinvest che chiude meritatamente avanti sul 62 a 53.

Ci aspetta un finale al cardiopalma, con Roma che farà di tutto per recuperare il piccolo divario, grazie ad una marea di rimbalzi offensivi lasciati colpevolmente dalla Vuelle e proprio su un tap-in di Ejim l’Acea si ritrova sul meno cinque (62-57), Pesaro sbaglia cinque attacchi consecutivi e una tripla di Stipcevic riporta tutto in parità a quota 62 con un parziale di nove a zero interrotto da Judge, che nell’azione successiva commette il suo quarto fallo concedendo un’azione da tre punti a Freeman, la Vuelle ritrova la via del canestro con una schiacciata di Musso per il 68 a 67 e con quattro punti consecutivi di Ross si porta sul più cinque a 200 secondi dalla conclusione, con Roma che non molla un centimetro e grazie al solito Stipcevic torna a meno due (72-70), due liberi di Ross per il nuovo più quattro ospite, mentre Jones ne segna solo uno per il 74 a 71 col quale si entra nell’ultimo minuto, Wright subisce fallo e trasforma entrambi i liberi del 76 a 71, ma De Zeeuw trova la tripla del meno due e Roma ricorre al fallo sistematico, rimandando in lunetta Wright che segna un solo punto per il 77 a 74, Stipcevic decide di segnare un canestro da due veloce per il 77 a 76 e, a 11 secondi dalla sirena, Musso viene mandato in lunetta e il capitano trasforma entrambi i tentativi con il tabellone che indica il 79 a 76 ospite, coach Dalmonte chiama timeout per organizzare al meglio l’attacco, ma la difesa biancorossa si esalta facendo commettere un’infrazione di cinque secondi all’Acea recuperando un pallone fondamentale, Roma è costretta a commettere ancora fallo su Musso e il capitano ne segna uno per l’80 a 76, l’Acea perde ancora palla e la Consultinvest può cominciare a festeggiare sul parquet romano una vittoria fortemente voluta e fondamentale per la salvezza.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>