Primarie, il segretario regionale Pd Comi: “Noi costruiamo il futuro, il centrodestra discute su come digerire l’indigeribile”

di 

28 febbraio 2015

Alla vigilia dell’importante appuntamento con le Primarie di centrosinistra, interviene il Segretario regionale del Partito Democratico, Francesco Comi.

Voglio rivolgere il mio più sentito ringraziamento a chi, operativamente, ha reso possibile la realizzazione di tale evento. Grazie, quindi, a tutti i volontari – sono circa duemila – che domani lavoreranno negli oltre trecento seggi dislocati su tutto il territorio regionale. Grazie agli organismi regionali e provinciali di garanzia, all’UTAR e agli UTAP, che hanno pianificato, gestito e curato ogni fase del processo organizzativo. E grazie a tutti quelli che, in varia misura e a vario titolo, hanno dato il proprio contributo.

Ci tengo, poi, a ringraziare i candidati e i rispettivi comitati per aver condotto una campagna seria, equilibrata e rispettosa. Ho chiesto ai candidati soluzioni per i cittadini, lealtà e rispetto reciproco. Sono soddisfatto perché così hanno agito. Debbo ringraziarli anche per non essersi risparmiati nell’impegno, riuscendo a coinvolgere e ad entusiasmare tante persone. Hanno agito da leader di spessore.

Per la prima volta domani i marchigiani sceglieranno il candidato di centrosinistra alla guida della regione. Un’opportunità democratica da cogliere. Ci aspettiamo che i cittadini partecipino numerosi. Il PD indicendo le Primarie si è assunto la responsabilità del corretto e trasparente svolgimento delle stesse. In questa direzione ci stiamo adoperando con il massimo impegno. Invitiamo, quindi, i partiti e gli esponenti di centrosinistra che hanno scelto ufficialmente di non aderire alle Primarie e quelli di centrodestra, notoriamente nostri avversari, a non inquinare l’esito della consultazione democratica.

Il PD, insieme alla coalizione di centrosinistra, ha deciso da tempo di cambiare le Marche e per farlo ha iniziato da se stesso. È questo il senso del lavoro fin qui svolto. Mentre il centrodestra discute su come digerire l’indigeribile pur di avere una possibilità di vittoria, mentre singole personalità hanno piantonato la strada per Roma pur di salvaguardare se stesse, il PD molto semplicemente lavora per costruire il cambiamento insieme al gruppo dirigente e insieme ai cittadini marchigiani.

Voglio, infine, ricordare che domani potranno partecipare al voto tutti i cittadini e gli elettori che abbiano compiuto sedici anni, con l’obbligo per i ragazzi tra i sedici ed i diciotto anni e per gli stranieri di essersi regolarmente preregistrati, come previsto dal regolamento. Chi si recherà ai seggi, aperti dalle 8.00 alle 22.00, all’atto del voto dovrà sottoscrivere le linee guida del centrosinistra per le Marche e accettare di essere iscritto nell’Albo pubblico degli elettori del centrosinistra. Sarà necessario anche portare con sé un documento di identità, la tessera elettorale e un contributo di almeno due euro per le spese organizzative”.

Un commento to “Primarie, il segretario regionale Pd Comi: “Noi costruiamo il futuro, il centrodestra discute su come digerire l’indigeribile””

  1. alex scrive:

    Scusi comi… Ma siete il solito vecchio partito cambia faccia non cambia politica.. Chi ha distrutto la sanità un assessore PD … Rinnovare non vuop dire facce nuove ma nuove idee voi avete facce nuove vecchi difetti spacca ha solo una colpa avervi ascoltato troppo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>