Strada groviera tra Cagli e Cantiano, dirigente della Provincia risponde a Drudi

di 

2 marzo 2015

Alberto Drudi

Alberto Drudi

Sandro Sorbini*

Egregio Presidente Drudi,

Di recente, ha giustamente denunciato il degrado della Flaminia fra Cagli e Cantiano: la strada gruviera. Mi prendo però la libertà di scriverle, per evidenziare una distorsione nel suo ragionamento.

Se sembra pazzesco che quella strada stia andando in malora è perché è pazzesco. Ma, non sono stati i responsabili della manutenzione di quella strada ad averla ridotta così.

Se non vive sulla Luna, dovrebbe sapere che da quasi 15 anni, quella che chiama “statale” Flaminia è diventata “provinciale”. Il Governo e la Regione, cioè, da tre lustri, hanno semplicemente abbandonato ai destini locali, la più importante arteria di traffico pesarese. Chilometri di gallerie, di ponti e viadotti, di superstrada e svincoli sono rimasti senza adeguati investimenti pubblici ed esposti a grandi rischi.

Nella crisi odierna della Flaminia, di istruttivo c’è il fatto che mette chiaramente in mostra quanto sia diventata autolesionistica quella scelta politica. Tutti, compresa la Camera di Commercio, pensano che abbiamo bisogno di una buona rete stradale. Purtroppo, invece, nell’isteria da deficit (in parte gonfiata, come insegna la Grecia oggi) di fatto, si sta lasciando che le nostre strade – e con esse il nostro futuro – vadano in rovina.

Sig. Presidente, sarebbe davvero il trionfo degli scaricabarile, se pensassimo davvero che una squadra di cantonieri possa salvare i conti pesaresi dell’Expo. Dopo aver sbagliato a non restituire la Flaminia all’Anas quando se ne presentò l’occasione, non possiamo continuare a non ricercare soluzioni adeguate per ridare sicurezza a quella strada. Additare i pochi cantonieri e tecnici della viabilità come i nemici dello sviluppo locale è davvero una distorsione. Mi auguro invece che la Camera di Commercio sappia portare i cambiamenti necessari affinché la politica da terra bruciata intorno alla provincia non ci tolga, infine, ogni seppur minima speranza e capacità d’intervento.

*Dirigente del Servizio Viabilità Provincia di Pesaro e Urbino

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>